28 Giugno 2018

Sabato 7 luglio 2018 iniziano i saldi in Piemonte: le regole e come non farsi truffare

consigli e suggerimenti in vista degli imminenti sconti di stagione
Si avvicina l’ ora dei saldi estivi a Torino. Anche per chi non è shopping-dipendente questo è un buon momento per trovare, a prezzi abbordabili, capi altrimenti inavvicinabili. Le vendite di fine stagione sotto la Mole, cominceranno sabato 7 luglio e dureranno otto settimane, quindi fino a sabato 1 settembre, ma aggirandosi per i negozi delle vie del centro, è già possibile approfittare delle vendite promozionali e di alcuni sconti. Le regole dei saldi e come non farsi truffare Che si decida di svuotare il portafoglio o meno, è comunque bene comunque avere qualche accorgimento in più e prestare sempre un po’ d’ attenzione, questo per non incorrere in fregature. Ecco il Codacons cosa suggerisce: Conservare sempre lo scontrino: nonostante i cartelli e gli avvisi disseminati in tutti gli esercizi commerciali, i commercianti sono obbligati ad effettuare il cambio per gli articoli difettosi. Ci sono due mesi di tempo per accorgersi del difetto e, una volta in negozio, potrete cambiarlo con uno intatto oppure, in caso di esaurimento delle scorte, avete diritto alla restituzione dei soldi spesi (non ad un buono di pari valore); I saldi devono essere davvero di fine stagione: tutta la merce in saldo deve appartenere alla stagione in corso. Questo periodo non serve a svuotare i magazzini dall’ invenduto dell’ anno passato, per cui non fidatevi dei negozi che, vuoti fino a ieri, da sabato 2 luglio, avranno gli scaffali che, come per magia, si saranno riempiti dei più svariati assortimenti; In questi giorni, fate un giro negli store in cui credete che farete acquisti e controllate i prezzi attuali, in questo modo potrete essere sicuri dello sconto praticato. Non acquistate al primo colpo, ma confrontate articoli e cartellini dei vari negozi, così avrete l’ opportunità di trovare lo stesso capo ad un costo inferiore; Diffidate dei saldi superiori al 50%: in molti casi significa semplicemente che il vecchio prezzo è stato aumentato prima di veder applicato lo sconto o che la merce non è della stagione in corso; Il vecchio prezzo deve essere sempre indicato e ben leggibile: non entrate in quei negozi che non espongono i cartellini in vetrina o che hanno indicato soltanto il costo finale degli articoli; Se, nonostante tutti questi consigli ed avvertimenti, credete di essere stati in qualche modo truffati, potete rivolgervi al Codacons oppure ai vigili urbani. Shopping on line E poi c’ è chi non ama la calca dei negozi che potrà tranquillamente approfittare dei saldi on line, che generalmente coincidono con quelli tradizionali. Fare un giro tra le ultime tendenze della moda sarà possibile, su siti come Yoox, Zalando e Saldi Privati, nella tranquillità di casa propria, restando comodamente seduti davanti al pc.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox