fbpx
23 Novembre 2018

Ryanair vince il ricorso sui trolley

il tar dà ragione alla compagnia: i bagagli a mano si pagheranno
ROMA La prima sezione del Tar del Lazio ha accolto il ricorso della compagnia aerea Ryanair, sospendendo i provvedimenti dell’ Antitrust con i quali l’ Autorità il 31 ottobre e il 7 novembre aveva bocciato la politica tariffaria del vettore relativa al trasporto dei bagagli. L’ Authority ha quindi fissato per la trattazione di merito del ricorso l’ udienza pubblica il 27 febbraio 2019. A riferirlo è il Codacons in una nota che ora, annuncia, valuta un ricorso al Consiglio di Stato in attesa dell’ esito del procedimento dell’ Agcm. Approfondimenti Come riporta l’ associazione dei consumatori, secondo il Tar «al sommario esame proprio della presente fase, si palesano profili rilevanti, da approfondire comunque nella più appropriata sede di merito, in ordine all’ effettiva conformazione del provvedimento impugnato con il ricorso introduttivo». Utenti sconfitti «La decisione del Tar rappresenta una sconfitta per gli utenti e rischia di creare disorientamento tra i passeggeri circa i supplementi da pagare al momento del trasporto bagagli – spiega il Codacons- Confidiamo nell’ esito positivo dell’ istruttoria aperta dall’ Antitrust e valutiamo ricorso al Consiglio di Stato contro l’ ordinanza dei giudici amministrativi». La battaglia va avanti Per Altroconsumo, «non cambia la sostanza dell’ azione, che ha come obiettivo quello di sanare la pratica commerciale scorretta della compagnia aerea irlandese». A puntualizzarlo, in una nota, è l’ associazione. «La pratica del sovrapprezzo per i bagagli introdotta da Ryanair e operativa dal 1 novembre è fumosa e non fa capire al consumatore quale sia il costo effettivo complessivo del biglietto del viaggio». A fianco all’ Antitrust «Intanto va avanti il procedimento principale dell’ Antitrust per pratica commerciale scorretta – si legge nella nota di Altroconsumo -. Nel frattempo purtroppo Ryanair continuerà a far pagare il bagaglio a mano a parte, come da nuova policy contestata». L’ associazione consiglia ai viaggiatori che hanno già acquistato il biglietto di conservare le prove dei pagamenti e a chi dovesse ancora scegliere che volo acquistare di confrontare con accuratezza le offerte, proprio perché a rischio. L’ hub online “Partiamo insieme” è a disposizione di tutti per informazioni in tempo reale e consigli utili. Il confronto dei prezzi Ivo Tarantino, responsabile relazioni esterne Altroconsumo: «I sovrapprezzi a sorpresa sono un problema per i viaggiatori che non riescono a valutare il prezzo complessivo del viaggio e distorcono la dinamica concorrenziale tra compagnie, non essendo più possibile confrontare in modo omogeneo le offerte degli operatori. Per noi la pratica resta illegittima e andremo avanti con la nostra battaglia in tutte le sedi».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox