22 Aprile 2020

RSA LOMBARDIA: CODACONS SEGNALA DUE NUOVI DECESSI A PROCURE DI PAVIA E MILANO

     

    FAMILIARI SI RIVOLGONO AL CODACONS PER CHIEDERE VERITA’ E GIUSTIZIA. CODACONS CHIEDE SOSPENSIONE DEI DIRETTORI DI TUTTE LE RSA LOMBARDE E INVIO DI MEDICI MILITARI A COORDINARE CURE E RICOVERI

    INTANTO L’ASSOCIAZIONE PROPONE UN OSSERVATORIO SULLE RSA DELLA LOMBARDIA

    Due decessi di anziani ricoverati presso le Rsa della Lombardia finiscono oggi al vaglio delle Procure della Repubblica di Pavia e Milano. Il Codacons ha deciso infatti di inviare alla magistratura le segnalazioni giunte dai familiari dei due pazienti in cui si sollevano dubbi e sospetti in merito ai decessi e alla gestione dell’emergenza coronavirus all’interno delle strutture.
    Il primo caso riguarda la morte di un paziente avvenuta lo scorso 10 aprile presso la Fondazione Ricovero Martinelli di Cinisello Balsamo, e sulla quale i familiari dell’uomo deceduto denunciano una grave carenza di informazioni circa le cause della morte e le condizioni di salute dell’anziano.
    Il secondo caso invece è relativo al decesso di una paziente ospite della Rsa Fratelli Carnevale con sede a Gambolo’ (PV), trasportata d’urgenza all’ospedale di Vigevano con febbre, tosse e altri sintomi da Covid-19, e morta presso il nosocomio lo scorso 5 aprile, poche ore dopo il ricovero.
    Casi sui quali i parenti degli anziani chiedono verità e giustizia, e che finiscono ora al vaglio delle due Procure che dovranno accertare se i decessi siano in qualche modo riconducibili a carenze od omissioni sul fronte della gestione del coronavirus.
    Proprio in relazione all’emergenza delle Rsa in Lombardia e all’elevato numero di decessi registrato presso le strutture, il Codacons chiede il commissariamento di tutte le case di cura, con la sospensione dei direttori e l’invio di medici militari a gestire cure e ricoveri degli anziani, e l’istituzione di un osservatorio regionale sulle Rsa che abbia il compito preciso di protegger i pazienti.
    Infine l’associazione ricorda che sul sito www.codacons.it è pubblicato il questionario che i parenti delle vittime di coronavirus possono compilare per segnalare ritardi, omissioni e carenze nella gestione dell’emergenza.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox