11 Febbraio 2006

Rottweiler morde al volto una bambina di sei anni

NEL PESCARESE La bestia “sotto sequestro, il proprietario multato
Rottweiler morde al volto una bambina di sei anni

Il cane appartiene a una delle 17 razze a rischio

ROMA Torna l`allarme per i cani “pericolosi“ dopo l`ultimo caso di aggressione: si tratta, questa volta, di una bambina di sei anni, aggredita al volto da un rottweiler mentre passeggiava con i genitori nel centro di Popoli (Pescara). È solo l`ultimo di una lunga serie di incidenti che, a partire dal 2003, hanno spinto il ministero della Salute ad emanare un`ordinanza che prevede, tra l`altro, il divieto di addestramento per 17 specie canine pericolose. La piccola è stata morsa sulla guancia e parte del naso e le sono stati applicati una ventina di punti. La prima prognosi parla di 20 giorni per la guarigione. Il rottweiler che l`ha azzannata era al guinzaglio, ma senza museruola. Al proprietario del cane, che utilizzava comunque un guinzaglio definito alquanto rudimentale (sembra una corda), è stata inflitta per ora solo una contravvenzione, ma rischia una querela qualora i genitori decidessero di sporgerla. Inoltre, se il periodo di prognosi per la piccola dovesse superare i 20 giorni, i carabinieri dovranno procedere d`ufficio nei suoi confronti. Il rottweiler che ha azzannato la bambina è stato posto “sotto sequestro“. Lo si è appreso dai carabinieri di Popoli che precisano come l`animale sia stato “sequestrato preventivamente“ ma riaffidato in custodia al padrone che per dieci giorni dovrà tenerlo al chiuso. In questo arco di tempo, prescrivono le norme, dovrà essere chiarito se la bambina ha contratto la rabbia: un`eventualità che implicherebbe l`abbattimento del cane (in caso negativo, invece, il rottweiler verrebbe lasciato al suo padrone). All`uomo, 63 anni, proprietario di un noto ristorante nel centro di Popoli, è stata inflitta una contravvenzione anche perchè il cane non è “registrato“ e non ha il microchip che ne attesta fra l`altro la proprietà e lo stato di salute. L`ordinanza del ministro Storace sui cani pericolosi, che ha valore di un anno, vieta l`addestramento teso ad esaltare il rischio di maggiore aggressività dei cani pitbull e delle altre razze indicate, oltre che pratiche di doping e qualsiasi operazione di selezione o di incrocio tra razze di cani con lo scopo di svilupparne l`aggressività. Nel provvedimento si specifica, inoltre, che i proprietari hanno l`obbligo di applicare la museruola o il guinzaglio ai cani quando si trovano nelle vie o in altri luoghi aperti al pubblico, nei locali pubblici e nei pubblici mezzi di trasporto. (ma ora il Codacons cheide che sia deciso l`obbligo di uso contemporaneo di guinzaglio e museruola). È tra l`altro fatto divieto di possedere cani a chi è sottoposto a misura di prevenzione o di sicurezza personale, a chi abbia riportato condanna per delitto non colposo contro la persona o contro il patrimonio, ai minori di 18 anni e agli interdetti per infermità. Chiunque possegga cani ha poi l`obbligo di stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni causati dal proprio cane contro terzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox