8 Maggio 2013

Rotatoria di Saline, l’ ultima settimana

Rotatoria di Saline, l’ ultima settimana

 

 

MONTEBELLO JONICO – Tra una settimana si aprirà la rotatoria di Saline. Lo afferma l’ ufficio stampa dell’ Anas che, senza mezze parole, precisa che i lavori verranno consegnati in poco tempo. La rotatoria, che tanto aveva fatto discutereper lalentezzacon cui ilavori venivano eseguiti, già da oggi, stando a quanto affermato dall’ Anas, potrà vedere l’ asfalto e la realizzazione delle piccole opere mancanti. D’ altro canto il bivio di Pellaro così come quello di Motta San Giovanni-Lazzaro sono completati. Ora basterebbe concentrare tutte le forze su Saline per dare una “boccata” di ossigeno ai tanti commercianti che per mesi hanno sfiorato illastrico. Problemi seri ed anche gravi nelle casse di chi aveva fatto del commercio il proprio punto di forza. Le vendite nei negozi, presenti lungo la nazionale, sono crollate tanto da registrare, in molti casi, incassi negativi fino al 50% con picchi, in alcune attività del -80%. Dati sconcertanti che avevano portato nonpoco allarmismo tra gli operatori del commercio che in diverse occasioni si erano dimostrati molto duri con l’ Anas tanto da raccogliere le firme e scrivere al Prefetto. A Saline i com mercianti si eranoriuniti in tavolitecnici, pronti alla “rivolta” e a bloccare l’ autostrada come forma di protesta, percorsi alternativi che si aprivano e si chiudevano. Dal 24 gennaio ad oggi le acque nell’ area costiera di Montebello Jonico non sono state mai basse. Del problema, tra l’ altro era stato interessato anche il Codacons e le associazioni del territorio perché si facesseroportavoce del grande disagio. Oggi, però, stando a quanto ufficialmente affermato dall’ ufficio stampa dell’ Anas, ogni striscione composto per laprotestache, ad avviso di alcuni commercianti si stava organizzando, può restarealproprioposto. Non sarà necessario nessunblocco stradale come forma di protesta ma solo unpo’ di pazienzaperché nel luogo in cui tanta gente halasciato lavita sipossa respirare aria di sicurezza e di serenità. Inaugurare larotatoria significafare un passo avanti verso i tanti paesi in cui simili strutture costituisconol’ ordinaria amministrazione e non una conquista. La 106, nota come la “strada della morte”, con ammodernamenti e messa in sicurezza, potrà annoverare tante speranze di vita. Si spera che la prossima possa essere la rotatoria di Saline, dove ilnastro ditaglieràtra una settimana.

di vincenzo malacrino’

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox