5 Giugno 2013

ROMA: SUL TEMA DELLA SICUREZZA IGNAZIO MARINO PREFERISCE DIALOGARE CON I SINDACATI E NON CON I CITTADINI

     

    ROMA: SUL TEMA DELLA SICUREZZA IGNAZIO MARINO PREFERISCE DIALOGARE CON I SINDACATI E NON CON I CITTADINI
    IL CANDIDATO SINDACO NON ACCOGLIE LA RICHIESTA DEL CODACONS DI CONFRONTARSI CON LE ASSOCIAZIONE DEGLI UTENTI ROMANI

     

    Sul tema della sicurezza nella capitale, Ignazio Marino preferisce dialogare con i sindacati, rifiutando la richiesta del Codacons e di altre associazioni degli utenti romani, che avevano invitato il candidato sindaco e l’attuale primo cittadino Gianni Alemanno ad un incontro da tenersi oggi sul delicato argomento.
    Volevamo sapere da chi si propone di guidare l’amministrazione capitolina quali misure si volessero adottare per bloccare l’escalation di violenza e criminalità a Roma – spiega il Codacons – e volevamo sottoporre ai due candidati gli allarmanti numeri sul fenomeno registrati in città: 23 omicidi avvenuti in città nel 2012; 22 uccisioni solo dall’inizio del 2013, molti dei quali ancora senza colpevole; 202.037 reati nel 2012 (contro i 184.056 del 2010); rispetto al 2007 omicidi colposi  aumentati del 12% e le violenze sessuali addirittura del 19%.
    Tuttavia – spiega l’associazione – Ignazio Marino sul tema della sicurezza ha preferito incontrare oggi i sindacati, scelta che sembra rispondere più a criteri politici che non alla voglia reale di ascoltare le istanze dei cittadini. In un messaggio del suo comitato elettorale inviato al Codacons si legge infatti:
    “in merito all’invito di confronto sui temi della sicurezza, vi comunico che il 5 giugno Ignazio Marino terrà una iniziativa con i sindacati del comparto sicurezza di Roma, proprio per affrontare i temi che vi stanno a cuore. La questione è centrale per la vita dei cittadini romani e come avete avuto modo di verificare Ignazio Marino ne ha parlato molto volte durante la campagna elettorale, avendo a cuore il tema ed essendo seriamente preoccupato per la tranquillità dei romani. Vi invitiamo dunque a seguire il nostro programma e gli impegni che Marino ha già preso e prenderà pubblicamente anche il 5 giugno”.
    Non entriamo nel merito delle scelte di Marino – prosegue il Codacons – Ciò che è certo è che i cittadini romani non gradiscono vedere le proprie richieste poste in secondo piano rispetto ai sindacati.
    Il sindaco uscente Gianni Alemanno – informa infine l’associazione – aveva invece accettato il confronto con Marino e con i cittadini.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox