24 Maggio 2017

ROMA: STRISCE PEDONALI SCOMPAIONO ALLA VELOCITA’ DELLA LUCE

    ALTRE VENGONO DIPINTE DIRETTAMENTE DENTRO BUCHE E VORAGINI. A RISCHIO SICUREZZA STRADALE, CODACONS PRESENTA NUOVO ESPOSTO IN PROCURA

    CHIESTO L’ARRESTO DEL TITOLARE DEI LAVORI IN PIAZZALE CLODIO

    Dopo l’incidente di sabato scorso in Via dell’Amba Aradam, in seguito al quale è morta la 16enne Alice Galli, torna alla ribalta nella capitale la questione delle strisce pedonali.
    “Sono mesi che denunciamo il problema degli attraversamenti pedonali di Roma – spiega il presidente Carlo Rienzi – In molte zone le zebre sono letteralmente invisibili perché cancellate, in altre distrutte dal dissesto dell’asfalto. Basti pensare alla situazione di Piazzale Clodio, dove le strisce pedonali sono state ridipinte all’inizio dello scorso aprile e oggi, a distanza di poche settimane dai lavori, risultano in avanzato stato di scolorimento. Emblematico poi il caso denunciato dal Codacons solo pochi giorni fa, con alcune zebre in Via Casilina dipinte direttamente dentro le buche stradali”.
    “E’ in gioco la sicurezza stradale e l’incolumità dei pedoni – prosegue Rienzi – Per questo presentiamo oggi un nuovo esposto in Procura, chiedendo di aprire una indagine e sequestrare la vernice utilizzata per le strisce pedonali di Piazzale Clodio, verificando chi e come abbia eseguito i lavori e le responsabilità dei dirigenti comunali che avevano il compito di vigilare, valutando anche l’arresto nei confronti del titolare della ditta che ha eseguito i lavori nella Piazza”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox