13 Maggio 2016

Roma, Rienzi all’AdnKronos: “Mettere in mobilità i dipendenti che non lavorano”

Roma, Rienzi all’AdnKronos: “Mettere in mobilità i dipendenti che non lavorano”

La prima cosa che farei se diventassi sindaco è quella di “sollecitare la dichiarazione di insolvenza del Comune di Roma prevista dal testo unico degli Enti Locali per poter mettere in mobilità quasi una metà dei dipendenti che non lavorano. Per poter sanare un bilancio che ha un debito di 13-15 miliardi non si può fare altro, mettere in mobilità chi non lavora”. E’ quanto ha detto Carlo Rienzi, leader del Codacons e candidato sindaco di Roma con la Lista Civica ‘Carlo Rienzi’, intervistato nel corso dello speciale dedicato alle elezioni amministrative ‘Adnkronos Comunali 2016’.

“I romani devono essere i primi a cambiare mentalità. Questa città – ha osservato – è disastrata e nessun sindaco, tanto meno io, potrà rimetterla in sesto se i romani continueranno a camminare in motocicletta sui marciapiedi andando addosso alle carrozzine con i bambini e a svuotare i portaceneri della macchina per strada come se fosse una discarica”. ”I romani – ha proseguito Rienzi – sono molto arrabbiati perché pagano più tasse di tutta l’Italia e i loro soldi se li rubano quei furfanti, di destra e di sinistra, che noi siamo andati a combattere nel processo di Mafia Capitale. I romani però devono però essere i primi a cambiare abitudini”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox