29 Luglio 2020

Roma, ricerca di lavoro: 3.500 euro per diventare vigilantes, in 170 denunciano una truffa

la vicenda risale a gennaio 2019, quando alcuni dei querelanti vengono contattati con la promessa di essere assunti con contratto a tempo indeterminato dopo alcuni corsi di formazione
Centosettanta giovani truffati con la promessa di un posto di lavoro si sono rivolti attraverso il Codacons alla Procura della Repubblica di Roma, chiedendo di aprire una indagine per truffa e associazione a delinquere. La vicenda risale a gennaio 2019, quando alcuni dei querelanti vengono contattati da S.P. con la promessa di essere assunti con contratto a tempo indeterminato.L’ incarico: vigilanza privata – dopo lo svolgimento di alcuni corsi di formazione – prima presso le società Gruppo Distribuzione S.p.a., Distribuzione Italia S.r.l., Youtilitycenter S.r.l. e poi presso la Società Security People Il 28 febbraio dello stesso anno, ricostruiscono i ragazzi che hanno presentato denuncia, si è svolto un incontro per mettere a punto le trattative. S.P. si è fatto consegnare dai futuri dipendenti una quota (variabile dai 300 e 3.500 euro a persona) per l’ acquisto di armi e divise e per le spese sostenute per le iscrizioni e i decreti in Questura. La promessa, per chi pagava di più, era quella di una posizione aziendale più importante (a chi ha pagato 3.500 euro in contanti erano stati promessi il ruolo di comandante e l’ utilizzo dell’ auto di servizio, una Alfa Romeo Stelvio). Ma il lavoro era una chimera, così come gli incarichi promessi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox