17 Novembre 2009

Roma passa al digitale terrestre: operazione incubo per gli anziani

 
ROMA – Era atteso come la prova del fuoco per il passaggio al digitale terrestre. E lo switch off di Roma – prima grande capitale europea a mandare in pensione il segnale analogico – si sta confermando, tra le proteste della popolazione anziana, come un momento decisivo nel cammino verso la tv del futuro.  Se il ministero dello Sviluppo economico-comunicazioni vede con soddisfazione «l’Italia all’avanguardia in Europa», le associazioni dei consumatori scendono sul piede di guerra e il Codacons annuncia un ricorso d’urgenza al tribunale per bloccare lo switch off. Al ministero si festeggia il record di impianti convertiti (495) e di popolazione coinvolta (circa 4 milioni, di cui 2,7 milioni nella capitale, il resto nelle province di Roma e Latina) in 24 ore. Al call center (numero verde 800 022 000) sono arrivate, fino al pomeriggio di ieri 46 mila chiamate, quasi tutte legate a problemi di risintonizzazione dei canali. Numerose, le segnalazioni ricevute in queste ore dalle associazioni dei consumatori, da parte di cittadini, soprattutto anziani, che non riescono a vedere la tv anche dopo aver risintonizzato i decoder: operazione che andrà con ogni probabilità ripetuta più volte nei prossimi giorni.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox