1 Luglio 2017

A Roma la tazzina di caffè non aumenta

 

Riuscita l’ operazione di moral suasion dell’ Antitrust che ha convinto i baristi romani a non aumentare il prezzo del caffè a Roma. Questo in sintesi quanto spiega l’ Autorità garante della concorrenza del mercato in una nota. A fine marzo l’ Autorità aveva deciso di procedere con una moral suasion nei confronti dell’ Associazione Pubblici Esercizi di Roma (Aeper) che aveva diffuso una serie di dati relativi all’ aumento, negli ultimi 10 anni, dei costi di gestione a carico degli esercenti e consigliato a tutti i Pubblici Esercizi di Roma e Provincia un aumento graduale del prezzo della tazzina del caffè, tra i 10 ed i 20 centesimi. Anche il Codacons aveva fatto una una segnalazione al riguardo. Per effetto dell’ operazione di moral suasion l’ Aeper ha successivamente fatto “adeguate forme di comunicazione pubblica correttive delle precedenti comunicazioni” con il presidente, Claudio Pica che ha assicurato che “gli esercenti romani si sono resi disponibili a sostenere gli eventuali maggiori costi di gestione senza applicare nessun aumento del prezzo della tazzina al banco”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox