9 Luglio 2014

Roma, la procura indaga sul concorso di magistratura

Roma, la procura indaga sul concorso di magistratura

LA PROCURA di Roma apre un’ indagine sulle presunte irregolarità al concorso di magistratura, avvenuto tra il 25 e il 27 giugno scorso nella Capitale. Al momento non ci sono indagati e ipotesi di reato. Ma numerose sono le irregolarità denunciate dai candidati, riportate nell’ esposto in procura, e segnalate nell’ interrogazione parlamentare di cui è primo firmatario il senatore Aldo di Biagio: prima fra tutte il ritrovamento su un banco nel terzo padiglione di tre codici commentati, vidimati e timbrati dalla commissione nonostante il regolamento ne vietasse espressamente l’ utilizzo. Inoltre, sempre nel terzo padiglione, sarebbe stata scoperta una candidata che aveva iniziato a scrivere sui fogli protocollati lo schema di un tema sul giudizio di ottemperanza, molto prima della dettatura della traccia, malgrado la prova non fosse cominciata ufficialmente e malgrado non fossero ancora presenti i membri della Commissione. Nei giorni scorsi anche il Codacons aveva presentato un esposto sui 365 posti da magistrato in cui si evidenziano dubbi e presunte irregolarità emerse durante le prove.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox