24 Maggio 2016

ROMA, GRA A PAGAMENTO, PER CODACONS IPOTESI ASSURDA

    ROMA, GRA A PAGAMENTO, PER CODACONS IPOTESI ASSURDA

    NELLE ORE DI PUNTA DOVREBBERO ESSERE I ROMANI AD ESSERE PAGATI PER PERCORRERE IL RACCORDO

    Una idea assurda che non potrà mai trasformarsi in realtà. Così il Codacons commenta la proposta del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, di prevedere un bollo  annuale per utilizzare il Grande Raccordo Anulare a Roma.
    “Al contrario dovrebbero essere i cittadini romani ad essere pagati per utilizzare il Gra nelle ore di punta – afferma il Presidente Carlo Rienzi, candidato a sindaco di Roma – Chi vive nella capitale sa bene che in determinati orari il Raccordo si trasforma quotidianamente in un “incubo”, con code chilometriche, traffico bloccato e velocità di percorrenza degne di una lumaca. Renderlo a pagamento vorrebbe dire danneggiare doppiamente i cittadini, che già finanziano le strade attraverso le tasse”.
    “Farebbe meglio Salvini ad appoggiare la nostra proposta di rendere il centro storico di Roma a pagamento, in modo da ridurre la presenza di auto private, smaltire il traffico e rendere più veloci i mezzi pubblici” – conclude Rienzi
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox