29 Luglio 2009

ROMA: FIAMME GIALLE INDAGANO SUI PREZZI DEGLI STABILIMENTI BALNEARI DEL LITORALE

     
    IL CODACONS: ERA ORA! I BAGNANTI CONSERVINO GLI SCONTRINI PER FUTURE CAUSE DI RIMBORSO

     
    “Era ora che la Guardia di Finanza puntasse il suo mirino sui prezzi esagerati degli stabilimenti balneari!”. Lo afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, commentando le ispezioni delle Fiamme Gialle volte a verificare l’esistenza di un cartello tra operatori finalizzato a decidere a tavolino le tariffe da applicare ai clienti.
    “Il Codacons ha sempre denunciato lo strano andamento dei prezzi negli stabilimenti balneari, nel Lazio come nel resto d’Italia – prosegue Rienzi – per questo riteniamo che le indagini debbano essere estese a tutto il territorio nazionale”.
    “Invitiamo i cittadini a conservare scontrini e ricevute relative a lettini, ombrelloni, sdraio e altri beni e servizi acquistati presso gli stabilimenti, poiché se verrà accertato il cartello questi documenti potranno essere utilizzati per intentare attraverso l’associazione cause di rimborso nei confronti dei gestori disonesti” – conclude Rienzi.
    Il Codacons mette inoltre a disposizione dell’Antitrust e delle Fiamme Gialle le segnalazioni dei cittadini relative alle tariffe degli stabilimenti di tutta Italia, e pubblicate sul blog www.carlorienzi.it

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox