21 Gennaio 2020

Roma è la seconda città nel mondo per ore perse nel traffico. Fa peggio solo Bogotà

Roma – Roma è un incubo per gli automobilisti. La capitale d’ Italia è la seconda città del pianeta per ore perse nel traffico. Peggio, solo Bogotà. Secondo i dati del Global card scorecard di Inrix, che prende in considerazione 200 città, una persona a Roma perde 254 ore nel traffico ogni anno. La situazione è peggiore solo a Bogotà, dove gli ingorghi ‘costano’ 272 ore annue. Non se la passano bene nemmeno gli automobilisti di Dublino (246 ore), Rostov (237), Parigi (237) e Londra (227). Meno grave il quadro a Milano: il capoluogo lombardo è settimo con 226 ore perse. Più indietro Firenze (195), Napoli (186 ore annue), Torino (167), Genova (148), Palermo (119).Il Codacons: viabilità al collasso per l’ incapacità dell’ amministrazione”La ricerca che vede Roma al secondo posto nella classifica mondiale per ore perse nel traffico dimostra come la viabilità nella capitale sia al collasso e i mezzi pubblici inadeguati nella capitale, a danno degli automobilisti che sprecano tempo prezioso imbottigliati ogni giorno nelle proprie autovetture”. E’ quanto rileva il Codacons in una nota. “I romani non si fidano del trasporto pubblico e continuano a muoversi in auto alimentando il traffico – spiega il presidente dell’ associazione di consumatori Carlo Rienzi – L’ assenza di vigili urbani sulle strade, la sosta selvaggia e altre criticità croniche della viabilità capitolina, aggravano le code chilometriche su numerose arterie. Si tratta di una vera e propria violenza verso i cittadini che sprecano ogni anno 254 ore nel traffico”. “Dati così disastrosi sono motivati dall’ incapacità dell’ amministrazione – prosegue Rienzi – da un lato di incentivare l’ uso dei mezzi pubblici, dall’ altro di garantire un servizio di metro, bus e tram adeguato ed efficiente”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox