8 Agosto 2014

Roma, Codacons: impugnamo al Tar accordo su tavolini p.zza Navona

Roma, Codacons: impugnamo al Tar accordo su tavolini p.zza Navona

 

“Assecondati solo interessi degli esercenti e non dei cittadini” (ASCA) – Roma, 8 ago 2014 – L’ accordo raggiunto ieri tra il Comune di Roma e gli esercenti di Piazza Navona in merito alla collocazione dei tavolini, sara’ impugnato dal Codacons al Tar del Lazio. “Si tratta di un provvedimento gravissimo, non solo perche’ rappresenta l’ ennesima sconfitta per il Comune, ma soprattutto perche’ l’ amministrazione ha in un certo senso ‘sfruttato’ i cittadini attraverso il ricorso del Codacons, ottenendo cosi’ il rispetto delle proprie delibere, ma poi ha estromesso del tutto gli utenti da qualsiasi decisione su Piazza Navona”, spiega il presidente del Codacons Carlo Rienzi: “E’ semplicemente assurdo e fuori da ogni logica il comportamento del Comune e del Municipio, poiche’ si e’ deciso di assecondare unicamente gli interessi degli esercenti, impedendo la partecipazione dei cittadini, ossia i fruitori finali di Piazza Navona”. Il Codacons ha inviato questa mattina una diffida urgente al sindaco Marino e al presidente del I Municipio Sabrina Alfonsi, in cui si chiede di non procedere ad alcun ripristino dei tavolini in Piazza Navona senza prima aver convocato i cittadini, i residenti, e i proprietari di altre attivita’ della zona, pena il ricorso immediato al Tar contro l’ accordo raggiunto ieri. “Cambiano le amministrazioni ma, purtroppo, rimane la brutta abitudine di non prendere in alcuna considerazione i cittadini quando si tratta di decisioni importanti che riguardano la citta'”, conclude Rienzi. Red/Sav.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox