27 Luglio 2015

Roma: Codacons diffida Ama, non invii prossima bolletta Tari

Roma: Codacons diffida Ama, non invii prossima bolletta Tari

(ANSA) – ROMA, 27 LUG – Dopo l’appello di Alessandro Gassmann che ha invitato i cittadini romani a scendere in strada e pulire la città, il Codacons passa alle vie legali sul fronte del degrado della Capitale, e lo fa inoltrando oggi una formale diffida all’Ama affinché non invii ai cittadini romani la prossima bolletta relativa alla Tari, e lanciando sul proprio sito un’azione attraverso la quale tutti gli utenti della Capitale possono diffidare l’azienda dal recapitare la tariffa rifiuti. “E’ evidente il danno subito dai cittadini a causa delle infiltrazioni illecite all’interno dell’Ama – afferma il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Rienzi -. Non si capisce perché gli utenti debbano essere obbligati a pagare un servizio che, oltre ad essere inadeguato e insufficiente – come attesta lo stato di degrado e di sporcizia della capitale e l’appello lanciato da Alessandro Gassman – è stato anche ‘subappaltato alla mafia'”. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox