1 Agosto 2011

ROMA, CHIUSURA METRO A: ESPOSTO DEL CODACONS ALLA PROCURA

Roma – L’ interruzione del servizio sulla Metro A di Roma nella tratta tra Anagnina e Termini si sta rivelando una vera e propria "sciagura" per cittadini e turisti. Lo afferma il Codacons, che questa mattina ha monitorato le ripercussioni dei lavori sugli utenti. I disagi maggiori – spiega l’ associazione – si sono registrati alla Stazione Termini, dove oggi regnavano caos e disorganizzazione. Qui, per raggiungere la banchina della linea A, i passeggeri sono stati costretti a lunghissimi percorsi a ostacoli tra scale, salite, discese, cambi di direzione e incomprensibili strettoie che hanno portato ad un rischioso affollamento di cittadini, mentre le temperature tra cunicoli, gallerie e scale mobili non funzionanti raggiungevano livelli estremi. Difficoltà che hanno alimentato le proteste e lo sconcerto di viaggiatori e turisti i quali, una volta entrati in stazione, a causa della caotica organizzazione hanno impiegato diverso tempo per raggiungere i treni della metropolitana. Ovviamente, per completare ancor di più il disservizio – prosegue il Codacons – non poteva mancare il guasto tecnico e conseguente interruzione totale del servizio, avvenuto attorno alle 9:30. Per il presidente Carlo Rienzi "è una vergogna! I cittadini questa mattina erano infuriati, e ne hanno tutto il diritto. Con quale coraggio si limita il servizio a Termini costringendo i passeggeri a un percorso così tortuoso per raggiungere i treni? Atac e Comune devono risarcire Roma e gli utenti per i disagi causati, rimborsando il mese di agosto a chi ha acquistato abbonamenti annuali, e permettendo l’ utilizzo gratuito della metro A per tutto il mese in corso, lasciando i tornelli sempre aperti". L’ associazione presenterà inoltre domani un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, ipotizzando la fattispecie di interruzione di pubblico servizio relativamente ai disagi e ai disservizi registrati in queste ore. La linea A della metropolitana capitoline, infatti, a causa dei lavori di costruzione del nodo San Giovanni con la linea C ha interrotto il servizio su parziali tratte del suo percorso. Le sospensioni sono programmate dal 30 luglio al 29 agosto in due fasi successive con l’ obiettivo, ha sottolineato Roma l’ Agenzia per la mobilità capitolina, "di creare il minore disagio possibile". La prima sospensione, che è partita il 30 luglio e durerà fino al 3 agosto, riguarda il tratto Termini-Anagnina, successivamente, dal 4 agosto il solo tratto Termini-Arco di Travertino. Predisposto un piano di bus sostitutivi in grado di garantire fluidità e sicurezza del servizio.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox