14 Dicembre 2019

Roma chiude per pioggia ma in città solo pochi danni

precipitazioni e venti nella media stagionale sindaca nel mirino per lo stop alle scuole auditorium, si stacca parte della copertura il presidente del codacons cade in una buca
MALTEMPO «I venti di burrasca», «le raffiche di tempesta» e le piogge torrenziali ieri hanno risparmiato Roma. Cioè i fenomeni paventati 24 ore prima dalla Protezione civile del Lazio e che hanno spinto la sindaca Virginia Raggi a chiudere scuole, cimiteri e parchi della città. Diciassette i millimetri di precipitazioni in media in tutta la giornata con raffiche – soprattutto nel pomeriggio – non oltre i 65 chilometri all’ ora. Maltempo tipico di un inverno lontano dai suoi picchi, che ha creato lo stesso danni e disagi, ma dovuti soprattutto all’ assenza di manutenzione: allegamenti, alberi caduti e danneggiamenti ad alcune auto, traffico bloccato e bus deviati. Ne ha fatto le spese anche la copertura dell’ Auditorium Parco della Musica, dove si è staccato un pannello metallico. In totale sono stati 170 gli interventi dei vigili del Fuoco e della municipale. L’ imprenditore Gianluca Schicchi ha postato una foto con un albero crollato a via Nomentana a pochi metri da lui. Qualche allagamento al Verano, a piazza Bologna e Fleming; traffico intenso sulle consolari o su arterie molto battute come Muro Torto e Colombo. Nel pomeriggio, per il vento forte, sono crollati gli alberi. Come in via Monte Parioli, via della Camilluccia e via Moretti: danneggiate auto in sosta. Circolazione interrotta, per togliere rami e alberi, a via Boccea, via Santa Maria Galeria, viale della XVII Olimpiade e via Ostiense. A Ostia, con il vento a 100 km/h, sono caduti i parapetti delle ex Case Armellini. Moltissimi i disagi per le famiglie, costrette a tenere i figli a casa. Per questo, genitori e insegnanti se la sono presa con il Comune. Mario Rusconi, presidente dei presidi del Lazio, dice: «Ho incontrato alcuni studenti di Bolzano. Mi sono sentito in imbarazzo quando mi hanno detto: Da noi nevica, se facessimo come a Roma, staremo a casa sei mesi all’ anno». Rusconi è stato tacciato da M5S di essere «disposto anche far rischiare a bambini e studenti di farsi male» pur di andare in tv. E Raggi: «La vita umana vale più delle polemiche di qualche aspirante politico». Sindaca nel mirino anche delle opposizioni, Moige e Codacons. Il cui presidente, Carlo Rienzi, venerdì è caduto in una buca a via Arcione e ora annuncia di voler fare causa al Comune. VILLA BORGHESE Oltre alle scuole si è fermata tutta la città. Giornata libera per i fiorai al Verano e chiuse anche le attività legate agli studenti, come le cartolerie o le scuole calcio. Unica eccezione Villa Borghese, rimasta aperta per l’ accesso da piazza del Popolo dove passano gli autobus. Più che l’ ordinanza, è stata la pioggia a limitare il numero di romani e turisti ieri presenti. Francesco Pacifico © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox