5 Gennaio 2022

ROMA, CAOS TAMPONI ALLA ASL RM 6: CODACONS PRESENTA ESPOSTO A GARANTE DELLA PRIVACY E PROCURA DI VELLETRI

 

INDAGARE PER GRAVE VIOLAZIONE DI DATI SENSIBILI DEGLI UTENTI E POSSIBILE CONCORSO IN EPIDEMIA COLPOSA

Il caso della Asl Rm 6 finisce al vaglio della Procura della Repubblica di Velletri e del Garante per la Privacy. Il Codacons presenterà domani un esposto chiedendo di indagare sul caos tamponi scoppiato nella zona dei Castelli Romani a causa, sembrerebbe, di un errore informatico.
Si apprende oggi che i cittadini residenti nell’area dei Castelli avrebbero ricevuto via sms referti sbagliati dalla Asl Rm 6, contenenti l’esito dei tamponi e i dati sensibili di altri utenti – spiega l’associazione – Una situazione che da un lato realizzerebbe una grave violazione delle privacy dei cittadini, dall’altro potrebbe portare ad un incremento dei contagi nelle zone di competenza della Asl.
Questo perché alcuni residenti – come riportato da notizie stampa – avrebbero ricevuto un referto di negatività sbagliato, magari riferito ad altre persone, e potrebbero essere usciti di casa nonostante risultassero nella realtà ancora positivi al Covid, contagiando così altre persone.
Una vicenda molto grave sul quale ora dovranno pronunciarsi il Garante per la Privacy e la Procura di Velletri: il Codacons presenterà domani un formale esposto chiedendo a magistratura e Garante di attivarsi per accertare i fatti e verificare le relative responsabilità, alla luce della violazione dei dati sanitari degli utenti, particolarmente protetti dal nostro ordinamento, e di possibili fattispecie penalmente rilevanti, come quella di concorso in epidemia colposa.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox