17 Aprile 2015

ROMA: CAOS SCIOPERO METRO

    ROMA: CAOS
    SCIOPERO METRO

    IL
    CODACONS SCENDE IL CAMPO PER LANCIARE UN’AZIONE COLLETTIVA CONTRO
    L’AZIENDA ATAC S.P.A. A CAUSA DELLO SCIOPERO DEL TRASPORTO
    PUBBBLICO CHE HA GETTATO LA CITTA’ NEL CAOS PROVOCANDO ENORMI
    DISAGI DAL MOMENTO CHE SEMBREREBBERO NON ESSERE STATE RISPETATTE LE
    FASCE D’ORARIO GARANTITE

    A dirla tutti sono giorni che la metro A offre un servizio del tutto rallentato. Ma oggi, con lo sciopero indetto da indetto dalla UGL autoferrotranvieri, si è superato il limite. Nei scorsi giorni, in previsione dello sciopero, Atac S.p.a. comunicava che dalle 8.30 alle 17.00 e dalle 20.00 fino alla fine del servizio non sono garantite le corse di autobus, tram, metro e delle linee ferroviarie Roma-Viterbo, Roma-Lido e Termini-Giardinetti ma lo sciopero sembrerebbe essere è iniziato prima dell’orario previsto senza nessuna comunicazione.

    Per questo motivo tra le 8.15 e le 8.20 avvenivano gli ultimi ingressi con la certezza di riuscire a prendere le ultime metro previste in partenza. Ma così non è stato. Di fatto stipati come sardine, i viaggiatori raccontano che alle 8.15 il treno fosse già fermo sui binari, un quarto d’ora prima che lo sciopero avesse inizio. I passeggeri hanno atteso che ripartisse ma alle 8.35 gli altoparlanti hanno diffuso il messaggio di abbandonare il convoglio provocando in molte stazioni scene di panico, caos, urla e rissa sfiorata davanti alla quale sono dovuti intervenire le forze dell’ordine e i militari dell’esercito.

    L’Associazione, alla luce di quanto accaduto in queste ore presenterà oggi stesso un esposto alla Procura di Roma e all’Autorità Garante per gli scioperi, affinché si accertino le responsabilità per quanto avvenuto. Se dovessero emergere irregolarità nello svolgimento dello sciopero e il mancato rispetto delle fasce di garanzia, si prospetta di chiedere una sanzione pesantissima in capo a sindacati e lavoratori, i quali saranno inoltre chiamati a risarcire direttamente i passeggeri coinvolti nei disagi.

    Per
    il momento, in attesa delle necessarie verifiche della Procura e
    dell’ Autorità Garante, il Codacons ti dà la
    possibilità di iscriverti all’azione che partirà qualora verranno
    accertati tutti i disservizi conseguenti allo sciopero del trasporto
    pubblico così come denunciati dai passeggeri e dai mezzi
    d’informazione.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox