18 Aprile 2015

Roma, caos sciopero: lunedì commissione indagine in Campidoglio

Roma, caos sciopero: lunedì commissione indagine in Campidoglio

Dopo il caos e i disagi di ieri anche il Campidoglio si muove in merito allo sciopero del trasporto pubblico locale. Lunedì si insedierà una commissione d’ indagine che affiancherà quella dell’ Atac che potrebbe portare persino al licenziamento degli autisti responsabili di eventuali comportamenti illegittimi. “Sono già stati acquisiti una serie di riscontri su quanto accaduto ieri. Il compito di fare luce sugli eventi e di accertare le responsabilità è di una Commissione di indagine che si insedierà nella giornata di lunedì. Se venisse accertato che queste situazioni sono state cagionate dagli ordini arrivati dalla Dct (Direzione centrale traffico) è naturale che scatteranno provvedimenti nei confronti dei responsabili”, afferma l’ assessore capitolino alla Mobilità Guido Improta dopo i tre scioperi che ieri hanno mandato in tilt il trasporto pubblico della capitale, in particolare sulla metro A, dove – a quanto segnalato da diversi passeggeri – lo sciopero sarebbe cominciato con 10 minuti di anticipo. “Abbiamo dato incarico alla Commissione di valutare se alcuni comportamenti posti in essere abbiano alterato lo standard di sicurezza che deve essere garantito ai passeggeri e non solo – aggiunge – si sono registrate infatti almeno tre aggressioni, purtroppo non solo verbali, ad agenti di stazione”. Anche l’ Autorità di garanzia per gli scioperi lunedì aprirà molto probabilmente il procedimento di valutazione su quanto accaduto ieri. In particolare c’ è il caso del convoglio della linea A della metropolitana occupato dai passeggeri che si sono rifiutati di scendere dopo che il macchinista aveva aderito allo sciopero, secondo loro in anticipo di 10 minuti rispetto all’ orario previsto, fissato per le 8:30. Da qui l’ ipotesi, segnalata anche in un esposto del Codacons, di una violazione delle fasce di garanzia dello sciopero e di interruzione di pubblico servizio. L’ Authority ascolterà nei prossimi giorni sia l’ Atac – l’ azienda che si occupa di trasporti nella Capitale ha già fornito una “copiosa” documentazione al Garante -, che i sindacati per cercare di capire cosa sia successo ma soprattutto le responsabilità di quanto accaduto. Nel caso ci fossero delle responsabilità individuali il Garante, sottolineano dall’ Authority, non ha un potere sanzionatorio diretto ma potrà comunque obbligare l’ azienda a prendere provvedimenti.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox