15 Febbraio 2019

ROMA: CADE PER MARCIAPIEDE ROTTO, PER CASSAZIONE NIENTE RISARCIMENTO

 

CODACONS: TESI ASSURDA, DANNO DA BUCA E’ SEMPRE RESPONSABILITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE. DONNA DENUNCI COMUNE, PRONTI AD ASSISTERLA GRATUITAMENTE

Una tesi assurda che scarica sui cittadini la responsabilità del dissesto stradale della capitale. Così il Codacons boccia senza mezzi termini la sentenza della Cassazione che nega il risarcimento ad una donna caduta per un avvallamento su un marciapiede di Piazza Venezia.
“La tesi secondo cui il danno non è risarcibile perché la strada era illuminata e la donna protagonista della vicenda doveva prestare più attenzione, è ridicola – spiega il presidente Carlo Rienzi – Vorrebbe dire che i cittadini devono camminare sempre tenendo gli occhi puntati sul marciapiede senza mai spostare lo sguardo verso ciò che li circonda, allo scopo di evitare avvallamenti e buche che, secondo la Cassazione, sono responsabilità degli utenti e non della malagestione dell’amministrazione”.
“Invitiamo la donna a spostare la sua battaglia sul piano penale, denunciando il Comune di Roma per i danni subiti e le lesioni riportate, e siamo pronti ad offrirle assistenza legale gratuita” – conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox