fbpx
17 Ottobre 2019

Roma. Bus contro albero, autista indagato per lesioni

E’ indagato per lesioni l’ autistadell’ autobus dell’ Atac che ieri mattina è andato a sbatterecontro un albero in via Cassia, a Roma. Nei suoi confronti laProcura contesta il reato di lesioni. A breve l’ uomo verràinterrogato dagli inquirenti.Gli agenti sentirannoanche i numerosi testimoni presenti sul mezzo della linea 301ieri mattina.Al momento non si esclude nessuna pista: dal guasto, alladistrazione legata all’ utilizzo del telefono a un malore. Analisi sui due cellulari dell’ autista che sarà ascoltato nelle prossime ore Il cellulare personale e quello diservizio. Sono due i telefoni sequestrati all’ autista del busdella linea 301 che ieri mattina è andato a sbattere contro unalbero all’ altezza del civico 484 di via Cassia, provocando ilferimento di circa 60 persone. Sull’ incidente la Procura di Romaha aperto un fascicolo per lesioni. Il conducente del mezzo sarà ascoltato nelle prossime ore dalla Polizia di Roma Capitalementre si attende il referto sulle sue condizioni di salute. Lepiste al vaglio restano quella della distrazione dovuta all’ usodi un cellulare, il guasto tecnico ma anche il malore. Sarà importante anche il referto medicoche servirà a capire se invece l’ autista abbia accusato unmalore.Si attende inoltre la perizia tecnica disposta dai pm di Romaper verificare lo stato del mezzo pubblico primadell’ incidente. Codacons: “Ora risarcimento passeggeri” Il Codacons si costituirà parte offesanell’ inchiesta della magistratura sul caso dell’ autobus finitoieri contro un albero su via Cassia, ed è pronto ad attivarsi perchiedere i dovuti risarcimenti nei confronti dell’ Atac. “Tutti i passeggeri presenti sul bus hanno diritto a unindennizzo, indipendentemente dalle lesioni riportate – spiega ilpresidente Carlo Rienzi – Quanto avvenuto ha prodotto infatti unasituazione di pericolo concreto per gli utenti, oltre ad unostress evidente per i passeggeri, che legittima il diritto alrisarcimento in favore dei viaggiatori. In tal senso ci mettiamo adisposizione dei cittadini coinvolti nell’ episodio per avviare ledovute azioni legali nei confronti dell’ azienda”.”E se dall’ inchiesta della Procura emergeranno irregolarità oilleciti, siamo pronti a chiedere un maxi-indennizzo ad Atac anome di tutti gli utenti del trasporto pubblico della capitale”,conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox