19 Aprile 2019

ROMA, 70 BUS ISRAELIANI FERMI: CODACONS PRESENTA ESPOSTO A CORTE DEI CONTI

SE CONFERMATA IMPOSSIBILITA’ CIRCOLARE, FUNZIONATI CHE HANNO DISPOSTO NOLEGGIO DOVRANNO RISARCIRE COLLETTIVITA’

Sulla vicenda dei 70 bus israeliani noleggiati dal Comune di Roma e fermi nei depositi di Roma e Salerno poiché irregolari in base alla normativa Europea, incombe un esposto del Codacons alla Corte dei Conti del Lazio.
“Presentiamo un esposto alla magistratura contabile affinché sia accertato un eventuale spreco di soldi pubblici a danno della collettività – spiega il presidente Carlo Rienzi – Se sarà confermata l’impossibilità di immatricolare tali bus poiché Euro 5 e, quindi, fuorilegge sulla base delle direttive comunitarie, è di tutta evidenza il danno subito dalle casse comunali a fronte del pagamento di un bene che non può essere utilizzato. La Corte dei Conti dovrà quindi fare chiarezza sulla vicenda e, in caso di errori da parte dell’amministrazione, chiameremo i funzionari che hanno disposto il noleggio dei 70 bus a risarcire di tasca proprio i danni prodotti alla collettività” – conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox