22 Gennaio 2014

Robin tax nelle bollette? Esposto del Codacons

Robin tax nelle bollette? Esposto del Codacons

BOLZANO – Grane in arrivo per le aziende energetiche locali. A seguito dell’ allarme lanciato ieri dall’ Autorità per l’ energia elettrica ed il gas riguardo alla Robin Tax, il Codacons ha inviato oggi un esposto alle Procure della Repubblica di Trento e Bolzano, chiedendo di indagare sulle società energetiche operanti in Regione alla luce di quanto emerso nella relazione dell’ Autorità. Wolfram Sparber, presidente di Sel casca dalle nuvole e promette che la società elettrica provinciale farà tutte le verifiche del caso. «Abbiamo presentato tutti i nostri report formali all’ autorità e non ci è stato contestato nulla. Comunque verificheremo la questione della Robin tax» promette Sparber. Sulla stessa linea Massimiliano Sturaro, presidente di Azienda energetica. «Allo stato attuale non sono a conoscenza di nessun esposto che riguardi Aew comunque – assicura – verificheremo». Secondo l’ associazione dei consumatori diverse società energetiche avrebbero approfittato della Robin tax per scaricare i rincari sulle bollette. «In merito alla Robin tax, vale a dire l’ addizionale Ires imposta alle imprese energetiche, la normativa vigente prevede divieto di traslare l’ onere della maggiorazione d’ imposta sui prezzi al consumo con conseguenti illeciti a danno degli utenti – scrive il Codacons nell’ esposto -. Dall’ analisi dell’ Autorità per l’ energia elettrica ed il gas emerge al contrario che, per l’ anno 2011, è possibile che 144 società energetiche abbiano traslato in bolletta, violando la legge, la Robin tax o parte di essa. Per l’ intero 2010 i sospetti sono su 73 società». Se la Procura della Repubblica dovesse accertare che effettivamente le società hanno scaricato la tassa sui cittadini allora si aprirebbe la strada ad una maxirichiesta di risarcimento. «La normativa vigente vieta di trasferire l’ addizionale Ires sui consumatori. Eventuali maggiori introiti legati alla violazione delle norme vigenti – si legge ancora nell’ esposto presentato al Codacons – configurerebbero infatti un ingiusto guadagno per le società energetiche, e un chiaro danno economico per i consumatori». Il Codacons ha dunque chiesto alle Procure di aprire una indagine per accertare se le società dell’ energia operanti sul territorio di rispettiva competenza abbiano violato le disposizioni vigenti addebitando in bolletta la Robin Tax, scaricando quindi i maggiori oneri a loro carico sulle famiglie della regione. L’ associazione annuncia inoltre fin da ora l’ intenzione di avviare una class action contro le aziende dell’ energia nel caso in cui i sospetti dell’ Autorità dovessero trovare conferma. La mossa ha spiazzato sia Aew sia Sel che promettono che faranno verifiche sulle bollette erogate tra il 2010 ed il 2011. M. An. RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this