14 Giugno 2006

Ritorno con un giorno di ritardo risarciti con 600 euro a testa

MESTRE. Erano stati costretti a prendere l`aereo da Malè, Maldive, il giorno dopo rispetto alla data prevista, per un disguido organizzativo definito over booking, ovvero la vendita di più biglietti rispetto ai posti disponibili sul velivolo. Per questo motivo cinque mestrini hanno ricevuto in questi giorni un rimborso da 600 euro ciascuno, grazie a una direttiva dell`Unione Europea che prevede un risarcimento per i viaggiatori che abbiano avuto problemi di vario genere con un volo, come appunto l`over booking o ritardi di un certo peso. “Il rimborso – spiega l`avvocato Patrizia Conte di Codacons, che ha tutelato gli interessi dei cinque mestrini – può variare dai 250 ai 600 euro, a seconda della tratta aerea che si affronta. In più, si possono ricevere anche compensazioni pecuniarie per eventuali danni extra provocati dal disservizio. Per esempio, problemi lavorativi. Il danno va dimostrato“. Per l`avvocato, comunque, chi va in vacanza deve essere molto cauto e controllare sempre con grande attenzione il contratto stipulato con il tour operator. In particolare, “l`agenzia – spiega – è obbligata a proporre la polizza di annullamento, una specie di assicurazione che permette di essere tutelati nel caso in cui si presentino situazioni che non permettano la partenza per la vacanza. La polizza costa circa cinquanta euro e il tour operator è obbligato a proporla. Sarà poi il cliente a decidere se sottoscriverla o meno“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this