26 Agosto 2017

“A rischio la privacy dei pazienti catanesi”

 

CATANIA – Il Condacons ha presentato un esposto al Garante per la protezione dei dati personali dopo essere venuto a conoscenza da un comunicato pubblicato il 14 agosto scorso del Sindacato medici italiani che il programma Farma-analisi in uso presso il Dipartimento del Farmaco dell’ Asp di Catania non ha i requisiti previsti per il mantenimento della privacy del paziente. “Qualsiasi medico in possesso della password – afferma il Codacons – può accedere alla storia clinica, o ai dati dei pazienti di altri medici in aperta violazione della tutela e del rispetto dei dati sensibili di ogni cittadino”. Per l’ associazione “tale fatto riveste una gravissima violazione della privacy, sia del paziente e sia del medico, con gravissimi risvolti di natura anche penale, motivo per cui il Coordinamento provinciale del Sindacato medici italiani ha già provveduto a segnalare il fatto e stigmatizzare l’ evento agli organismi aziendali competenti e al presidente dell’ Ordine dei medici-chirurghi e degli odontoiatri della provincia”. Il Codacons, come afferma il presidente regionale Giovanni Petrone, “è particolarmente preoccupato e ribadisce che nessuna comunicazione inerente lo stato di salute di un assistito può essere divulgata senza il preventivo consenso scritto dello stesso e che sarebbe comunque auspicabile che gli assistiti vengano resi edotti della gravissima violazione subita. Per questo l’ associazione invita anche il presidente dell’ Ordine dei medici-chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Catania affinché si attivi per risolvere l’ increscioso problema”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox