7 Marzo 2002

Risarcimenti per centinaia di umbri

Risarcimenti per centinaia di umbri
Internet e bidoni


Se non funziona cliente rimborsato



PERUGIA – I “navigatori“ che circa un anno fa sono stati lasciati a piedi dal provider perugino otterranno fino a 500 mila lire. A tanto ammonta il risarcimento ottenuto dal Codacons per gli abbonati della Edisons. Versando un canone annuo fisso, gli utenti potevano navigare per un?ora pagando solo lo scatto alla risposta: il servizio “flat“ che dallo scorso agosto l`azienda non fornisce più ma che a suo tempo attirò anche centinaia di internetnauti umbri. Ai contratti hanno fatto seguito altrettante proteste quando la ditta ha interrotto il servizio, lasciando gli abbonati senza collegamento, senza la possibilità di navigare o di controllare la posta elettronica.
Ora, recependo le segnalazioni di alcuni associati, il Codacons ha definito la vicenda in via transattiva, ottenendo per gli utenti “abbandonati“ un rimborso tra i 230 e i 270 euro. «Pur non essendosi dichiarata responsabile dell`interruzione del servizio – precisa Alessandro Di Baia dell`ufficio legale del Codacons Umbria – l`azienda è stata disponibile a definire la questione in via stragiudiziale, tacitando le proteste. Il risarcimento è stato calcolato fissando un importo forfetario (il danno subito per l?impossibilità di collegarsi a Internet) commisurato ai giorni di durata del disservizio». L`ultimo rimborso riguarda un abbonato di Terni. «Il nostro obiettivo – spiegano all`ufficio legale dell`associazione – è quello di far emergere la questione, dando la possibilità alle persone che hanno subito l`interruzione del servizio, di ottenere un congruo risarcimento».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox