4 Ottobre 2011

Risarcimenti incidenti stradali Fini interessa la commissione

«Risarcimenti equi per gli incidenti stradali, secondo le Tabelle di Milano, ma ora il governo ha ricambiato le carte in tavola e torneranno le ingiustizie. Questo perché gli incidenti stradali sono aumentati e di conseguenza dovrebbero aumentare le tariffe delle assicurazioni». In altre parole se prima a seguito di un decesso i familiari avevano diritto, in base alla Tabelle di Milano a 500 mila euro di risarcimento, adesso avranno diritto a 250-300 mila, e via discorrendo nelle molteplicità e diversità dei casi. Vittorio Ruggieri, vice coordinatore regionale Codacons, Paolo D’ Onofrio, responsabile pescarese dell’ Associazione italiana familiari e vittime della strada, e Tino Di Cicco, vicecoordinatore della Federconsumatori Abruzzo con sede a Pescara, hanno inviato una lettera al presidente della Camera Gianfranco Fini con le proposte di investire il ricavato delle contravvenzioni in sicurezza stradale, tracciare una mappa delle strade della morte e introdurre il reato di omicidio stradale. «La lettera – ha risposto la segreteria del presidente della Camera – è stata trasmessa da Fini alla Commissione parlamentare competente, affinché i deputati possano prenderne visione e assumere le iniziative che ritengano opportune». Per evitare che la situazione peggiori «sarebbe il caso – concludono le tre associazioni – prendere gli opportuni provvedimenti».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox