15 Luglio 2015

Rinviato al 12 gennaio 2016 il processo ai tifosi del Feyenoord

Rinviato al 12 gennaio 2016 il processo ai tifosi del Feyenoord

lo scorso 19 febbraio avevano messo a ferro e fuoco piazza di spagna danneggiando la barcaccia foto – video.
La giustizia italiana, si sa, non è certo l’ emblema della velocità. I processi, troppo spesso, si trascinano per mesi, anni, e quando terminano i fatti sono così lontani che quasi nessuno se li ricorda più. Fa quasi sorridere quindi, pensare che il processo ai 6 tifosi del Feyenoord che lo scorso 19 febbraio, insieme a un gruppo di loro “civilissimi” conterranei hanno messo a ferro e fuoco Campo de’ Fiori e piazza di Spagna , entrerà nel vivo il 12 gennaio 2016, quando verranno ascolti i rappresentanti delle forze dell’ ordine citati dal pm Vittoria Bonfanti. Eppure i danni alla Barcaccia li abbiamo visti tutti ( VIDEO ) e l’ indignazione, all’ indomani della calata dei “barbari”, fu unanime. Ma evidentemente non basta. Un anno per iniziare e chissà quanto per finire. Nel frattempo i sei imputati, accusati dalla procura di concorso in resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, sono ovviamente ritornati da tempo in Olanda. In compenso i giudici della quinta sezione penale del tribunale di Roma hanno ammesso il Codacons come parte civile e hanno anche disposto l’ acquisizione di un video, tratto su Youtube, relativo alle fasi di arresto di uno degli olandesi, come chiesto da un difensore. Chissà che alla fine non si scopra che la colpa, tanto per cambiare, non è di chi ha devastato la città ma di chi li ha arrestati.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this