4 Settembre 2019

Rinviato a giudizio, il re del Lazio Zingaretti lo nomina Dg della Asl Rm5

 

Giorgio Santonocito, già commissario dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento, e rinviato a giudizio per abuso d’ufficio, è stato nominato a luglio da Zingaretti Direttore Generale della ASL Roma5 di Tivoli.

Scelto in una rosa di 17 candidati in un elenco redatto ad aprile da una Commissione di Esperti istituita con decreto del Presidente T00023/2019 e composta da Giampaolo Grippa, designato da A.ge.na.s.; Francesco Longo, professore associato Dipartimento Analisi delle Politiche e Management Pubblico, Università Bocconi; Alessandro Bacci, Direttore della Direzione regionale Affari Istituzionali, Personale e Sistemi Informativi della Regione Lazio.

E’ datata 6 dicembre 2018 invece la notizia che la Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per abuso d’ufficio dell’ex direttore generale dell’ospedale Garibaldi, Giorgio Santonocito, per un incarico da 40 mila euro conferito nel 2015 e prorogato nel 2016 come medico esterno alla dottoressa, ed ex assessore allo sport della giunta Bianco, Valentina Scialfa, che non è indagata. A renderlo noto il Codacons, rappresentato dall’avvocato Carmelo Sardella, che sulla vicenda aveva presentato un esposto alla Procura e una segnalazione all’Anac, e che è parte lesa nel procedimento. «Avevamo visto giusto», afferma Giovanni Petrone, presidente regionale del Codacons, che esprime «soddisfazione per il lavoro svolto dalla magistratura».

Questa notizia non ha evidentemente preoccupato nessuno alla Pisana. Non si spiega infatti come alla Commissione di Esperti e soprattutto a Nicola Zingaretti possa essere sfuggita una simile notizia quando ha posto la sua firma alla nomina di Santonocito, a maggior ragione ora che il partito di cui è segretario si appresta a governare con un Movimento che del giustizialismo ha fatto un cavallo di battaglia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox