6 Gennaio 2015

Rinviata l’ autopsia sui corpi delle vittime

Rinviata l’ autopsia sui corpi delle vittime

 Il niet dei tecnici del Registro navale blocca a Brindisi il relitto: sconsigliato il trasferimento a Bari. Allo stato discorso chiuso, dunque, come si evince dalle dichiarazioni dello stesso procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, rilasciate a margine del lungo vertice tenutosi nel pomeriggio di ieri in Procura per fare il punto sui sopralluoghi a bordo della Norman Atlantic. Alla riunione hanno partecipato anche il pm Ettore Cardinali, i comandanti delle Capitanerie di Porto di Bari e di Brindisi e il comandante dei vigili del fuoco di Brindisi che con il personale del Nia (Nucleo investi gativo Antincendio) lavora alla messa in sicurezza del relitto. Seppure sollecitato dalla Procura barese, l’ eventuale trasferimento della imbarcazione dal porto di Brindisi a quello di Bari per il momento è stato stoppa to per motivi di sicurezza. Proseguiranno dunque a Costa Morena le ispezioni quotidiane del pm titolare delle indagini, della polizia giudiziaria e degli esperti, ostacolate dalle alte temperature che non consentono ancora di esaminare tutti gli spazi del relitto. Sono stati rinviati a lunedì prossimo, intanto, sia il conferimento dell’ incarico ai medici le gali che l’ avvio delle autopsie sui nove corpi delle vittime della tragedia del traghetto Norman Atlantic recuperati e portati all’ Istituto di medicina legale del Policlinico di Bari. Lo slittamento dell’ inizio degli esami, previsto in un primo tempo per la giornata di ieri, è dovuto alla mancata notifica della relativa comunicazione a due cittadini greci indagati dalla Procura della Repubblica del capoluogo pugliese che, come prevede la legge, devono avere la possibilità di nominare, oltre che i propri legali, anche un consulente di parte. Uno strazio in più per i parenti delle vittime ai quali i feretri potranno essere riconsegnati non prima di mercoledì della prossima settimana. Sei in tutto gli indagati nell’ ambito dell’ inchiesta aperta dalla Procura barese per fare luce sulle cause dell’ incendio e sulle eventuali responsabilità, anche in ordine alla gestione dell’ emergenza e alla funzionalità dei sistemi di sicurezza e sal vataggio. Nell’ elenco compaiono sia il comandante del traghetto, Argilio Giacomazzi che l’ armatore, Carlo Visentini (40 anni, di Rovigo). Nella lista anche due membri dell’ equipaggio: Luigi Iovine (45enne napoletano, primo ufficiale di coperta) e Francesco Romano (56enne siciliano, secondo ufficiale di macchina), l’ uno responsabile della sicurezza e l’ altro responsabile delle operazioni di calo in mare delle imbarcazioni di salvataggio. Sempre tra gli indagati figurano anche il legale rappresentante della società noleggiatrice della nave, la greca Anek Lines, e il “supercargo” Fantakis Pavlos (43 anni, residente a Ioannina, in Grecia), dipendente della stessa ditta. Le ipotesi di reato sono naufragio colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime. Ad oggi le vittime accertate sono 11, mentre resta ancora incerto il numero dei dispersi, che stando alla Procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, non supererebbe le 10-15 unità. Sempre sul fronte giudiziario è emersa nella giornata di ieri anche la scesa in campo del Codacons, che ha depositato la propria costituzione di parte offesa al pm di Bari Ettore Cardinali, che indaga sul naufragio della Norman Atlantic. L’ associazione dei consumatori intende così entrare nel procedimento e consentire “una tutela a 360 gradi degli interessi dei viaggiatori”. Il Codacons, inoltre, ha avviato una difesa gratuita per tutta la fase delle indagini preliminari in favore dei passeggeri italiani della Norman Atlantic coinvolti nel naufragio. Un equipe – composta da medici, legali ed esperti nominati dall’ associazione e che già rappresenta alcuni naufraghi nel processo della Costa Concordia a Grosseto in questi giorni è al lavoro per approfondire le reali cause dell’ incidente e tutelare gli interessi dei viaggiatori presenti sul traghetto al momento del naufragio.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox