10 Dicembre 2018

Rincari su luce e gas per 1,32 miliardi di euro

i conti del codacons per il 2018
nUna stangata da 1,32 miliardi ha pesato sulle tasche delle famiglie nel 2018 per gli aumenti registrati da luce e gas dall’ inizio dell’ anno. A fare i conti è il Codacons che ha calcolato come dal primo gennaio al 31 dicembre le tariffe della luce abbiano registrato un incremento dell’ 11,12% e quelle del gas del 13,67%. Ciò significa che per le forniture energetiche la famiglia media nel 2018 ha speso complessivamente 93 euro in più rispetto all anno passato (+32 euro la luce, +61 euro il gas, al lordo delle tasse). Ad aggravare la stangata, per Codacons, l’ elevata tassazione vigente sulle bollette energetiche: oggi ogni italiano paga il 38,68% di imposte e oneri su ogni fattura del gas, e il 27,62% di tasse su ogni bolletta della luce. Su una spesa media annua per l’ elettricità pari a 552 euro, la famiglia tipo ha pagato 152,4 euro di imposte; per il gas a fronte di una bolletta annuale media di 1.096 euro, la stessa famiglia ha versato addirittura 424 euro di tasse. Complessivamente secondo i calcoli del Codacons nel 2018 le famiglie del mercato tutelato hanno versato 5,4 miliardi di imposte sulla fornitura di gas e 2,6 miliardi di euro di tasse e imposte sull’ elettricità. «L’ eccessiva pressione fiscale», denuncia l’ associazione dei consumatori, «porta l’ Italia ai primi posti della classifica dei Paesi Ue dove luce e gas costano di più: il nostro paese si colloca infatti al 5° posto in Europa per il gas più caro, preceduto solo da Svezia, Danimarca, Paesi Bassi e Portogallo (al 7° posto per l’ elettricità più costosa). Rispetto alla media europea, gli italiani pagano il gas il 20,8% in più».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox