9 Aprile 2014

Rimborsopoli, il giorno della giustizia Il Codacons si è costituito parte civile

Rimborsopoli, il giorno della giustizia Il Codacons si è costituito parte civile

Schiera di avvocati, nella maxi aula 2 del Palagiustizia, per l’ udienza preliminare per i 40 consiglieri regionali imputati di peculato, alcuni di truffa e finanziamento illecito ai partiti. Imputati anche la figlia Sara Lupi figlia di Maurizio e Gabriele Moretti ex consigliere comunale dei Moderati. Manca l’ ex governatore Roberto Cota che ha scelto di defilarsi imboccando la strada del giudizio immediato, evitando lo scoglio mediatico dell’ udienza preliminare: il suo processo è stato fissato al 21 ottobre. Dei consiglieri è presente in aula Rosa Anna Costa, ex Pdl ora del Nuovo centrodestra. Alcuni consiglieri hanno manifestato l’ intenzione di patteggiare, seguendo le richieste dei magistrati della procura, Enrica Gabetta e Giancarlo Avenati Bassi, titolari dell’ inchiesta. I pm hanno subordinato il consenso al patteggiamento alla restituzione delle somme contestate per i rimborsi illegittimi, più un 30 per cento a titolo di risarcimento per il danno all’ immagine della Regione Piemonte. Il Codacons ha chiesto di costituirsi parte civile: «Se ci sono stati comportamenti scorretti è giusto che un’ associazione che tutela i cittadini sia presente nel processo», ha detto Tiziana Sorriento, avvocato del Codacons. Il giudice Roberto Ruscello hs aggiornato l’ udienza alle 14,30 per date la possibilità alle difese di discutere l’ opposizione alla costituzione della parte civile.
massimiliano peggio
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox