25 Marzo 2020

Rimborso retta asilo per chiusura emergenza Coronavirus: Guida

 

Per l’ emergenza epidemiologica cagionata dal coronavirus il decreto legge emanato dall’ Esecutivo ha sospeso tutte le attività scolastiche per le scuole di ogni ordine, compresi asili nido e scuole dell’ infanzia. Sono tantissimi i genitori che si stanno domandando come richiedere il rimborso retta asilo per chiusura emergenza Coronavirus e a chi spetta. L’ Associazione Codacons sta predisponendo un modulo ad hoc per consentire a tutte le famiglie italiane che hanno pagato la retta dell’ asilo nido di richiedere il rimborso di quanto versato. #AtsAsslOristano : sono aperti i termini per la presentazione della domande per il servizio di #asilo nido aziendale. I genitori possono partecipare alla selezione fino al 25 maggio. https://t.co/EooIgItb59 pic.twitter.com/Zcy9v1xKQo – ATS Sardegna (@ATS_Sardegna) April 27, 2018 Rimborso retta asilo per chiusura emergenza Coronavirus: requisiti necessari Per presentare il modulo di rimborso della retta asilo per chiusura emergenza coronavirus è necessario aver già versato le rette relative ai mesi di non frequenza. In altre parole, per richiedere il rimborso retta asilo per chiusura emergenza Coronavirus è necessario aver pagato interamente i costi per la frequenza dell’ asilo per tutto l’ anno. Stando a quanto al momento previsto, il rimborso per il pagamento delle rette di asili nido privati e comunali spettano alle famiglie che hanno già pagato le rette relative ai mesi di non frequenza, avendo cioè pagato interamente i costi per la frequenza del nido del proprio figlio per tutto l’ anno. Rimborso retta asilo per chiusura emergenza Coronavirus: a chi non spetta? A chi non spetta il rimborso retta asilo per chiusura emergenza Coronavirus? Non hanno diritto ad alcun rimborso della retta asilo coloro che effettuano il pagamento della retta dell’ asilo nido mensilmente. Rimborso retta asilo nido per chiusura coronavirus: quanto spetta? Chiarito a chi spetta il rimborso della retta asilo nido è bene sottolineare che sul quantum incide il luogo. Ad esempio, in città come Treviso, Bologna, Ferrara, Verona ai genitori che hanno versato la retta asilo nido spetta l’ intero ammontare. In Lombardia il quantum spettante alle famiglie è proporzionale al numero dei giorni di non frequenza. Dunque, il calcolo della retta avviene in base ai giorni di effettiva frequenza dei bambini prima della chiusura delle scuole. Per qualunque servizio pubblico non erogato, chi ha pagato ha diritto al rimborso delle somme. Discorso diverso per le rette pagate agli asili nido privati (scuole paritarie e cooperative) che avrebbero difficoltà a rimborsare la retta pagata dai genitori. Infatti, gli stessi asili privati devono sostenere spese di gestione e di pagamento degli stipendi del personale. In ogni caso, è bene contattare sempre la struttura scolastica presso la quale è iscritto il figlio e chiedere maggiori informazioni sul rimborso e sulla modalità per richiederlo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox