31 Maggio 2015

Rimborsi, accolto ricorso di un pensionato ma prima del decreto

Rimborsi, accolto ricorso di un pensionato ma prima del decreto

ROMA . Il Tribunale di Napoli ha accolto un ricorso di un pensionato che chiedeva la restituzione all’ Inps delle somme bloccate dal decreto “Salva Italia” sulla deindicizzazione delle pensioni per il biennio 2012-2013. Il ricorso era stato presentato prima dell’ approvazione del recente decreto con cui il governo si è adeguato alla sentenza della Corte costituzionale che, a sua volta, aveva dichiarato l’ illegittimità del blocco degli assegni al costo della vita. Lo ha reso noto il Codacons secondo il quale si aprirebbe ora la strada ad analoghi ricorsi in tutta Italia. «Se non saranno restituiti integralmente i soldi sottratti agli utenti che hanno partecipato alla nostra azione collettiva – ha detto il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – scatteranno migliaia di analoghi ricorsi che potranno contare sull’ importante precedente del Tribunale napoletano». Opposta la valutazione del ministero del Lavoro secondo il quale «i ricorsi dovranno tenere conto del decreto approvato dal governo». Il governo ha stanziato circa 2,2 miliardi per tamponare la falla che si sarebbe aperta nei conti pubblici dopo la sentenza della Consulta ed erogare così un bonus una tantum (ad agosto) a 3,7 milioni di pensionati con redditi medio bassi. Esclusi dal bonus tutti coloro con una pensione superiore a 3.200 euro lordi mensili. © RIPRODUZIONE RISERVATA.
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox