1 Dicembre 2009

RIFIUTI: PROCESSO ‘ROMPIBALLE’, NO A REGIONE PARTE CIVILE

 (AGI) – Napoli, 1 dic. – La Regione Campania non potra’ costituirsi parte civile nel processo ‘rompiballe’ che vede imputati i vertici e i dirigenti di Fibe e Fisia, Marta Di Gennaro, braccio destro del commissario straordinario per l’emergenza rifiuti, Guido Bertolaso. Il Collegio A dell’11esima sezione penale del Tribunale di Napoli ha rigettato la richiesta, presentata nell’udienza dell’ottobre scorso, ritenendola tardiva. Costituzione inammissibile anche per la competenza esclusiva del Ministero dell’Ambiente e non degli enti territoriali sui reati commessi dopo il 2005, rispetto all’emergenza rifiuti in Campania, che sono ora all’esame dei giudici partenopei. Sono state rigettate anche le richieste di costituzione di parte civile presentate da Coldiretti, Legambiente, Movimento Rossoverde, e Verdi Ambiente e Societa’. Le stesse richieste sono state presentate in ritardo.  Potra’ dunque rivalersi sugli imputati soltanto il Codacons Campania, ammesso in giudizio. Il Tribunale dovra’ ora pronunciarsi sulle eccezioni di competenza territoriale, sollevate dal Collegio difensivo in ordine alla posizione dell’ex amministratore delegato di Fibe, Malvagna, legata a quella del Pm Giovanni Corona, all’epoca dei fatti consulente giuridico del prefetto Alessandro Pansa. Per Pansa e Corona, oltre che per il prefetto Catenacci, e’ stata disposta l’archiviazione, ma l’eccezione di competenza territoriale si fonda sul rientro in Procura a Napoli il 12 ottobre scorso del Pm Corona. Il processo, secondo il Collegio difensivo, dovrebbe essere trasferito a Roma. La vicenda riguarda presunti illeciti compiuti durante il primo commissariato Bertolaso e successivamente nella gestione Pansa. All’attenzione dei giudici falsa documentazione e procedure operative illegali per il confezionamento di ecoballe presso i cdr campani e la gestione di alcune discariche. Nel 2008, nella fase piu’ acuta dell’emergenza rifiuti in Campania, la Procura di Napoli emise una serie di ordinanze di custodia cautelare nei confronti delle persone oggi imputate.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox