14 Ottobre 2001

Rieti è la capitale dell?atletica

CHI SALE E CHI SCENDE
Rieti è la capitale dell?atletica e il suo profeta è Andrea Milardi
La Cisl ?scopre? che senza strade e ferrovie la Sabina non cresce

Il Codacons ha vinto la sua battaglia. Dura, faticosa ma certamente remunerativa: il riconoscimento del corso di laurea in Tecniche forestali e tecnologie del legno, infatti, rappresenta un traguardo importante. Fa bene, così, Marco Tiberti del Codacons a gioire.
Ormai non ci sono più dubbi: Rieti è la capitale dell?atletica giovanile, la terra della grandi promesse. Ma a questi straordinari successi non si arriva per grazia ricevuta, ma grazie al lavoro continuo, allo spirito di sacrificio, alla voglia di emergere. Tutto questa è Andrea Milardi che da anni si occupa della Studentesca Cariri, facendo emergere talenti e incassando consensi straordinari.
Gli incentivi per aziende ed imprese ci sono. È tempo, allora, di attingerci. Questo, però, il vero tendine di Achille delle società reatine. Ne sono a conoscenza gli imprenditori, lo sanno bene le organizzazioni istituzionali. Per questa ragione il plauso va ad Antonio Zanetti della Federlazio che ha organizzato un “convegno“ per illustrare i benefici che ne trarrà la provincia di Rieti, e fornire il sostegno burocratico per accedervi.

GIU?

Sapevate che la crescita e la ripresa di Rieti e provincia possono passare solo attraverso lo sviluppo delle vie di comunicazione? La Cisl, forse, se ne accorge solo oggi, tanto che negli ultimi giorni lo ha ribadito a gran voce: la ricetta economica per Rieti “è la Salaria e la ferrovia“. Una manna, insomma. Meno male che a ricordarcelo ci pensa la Cisl di Natale Raccogli, altrimenti come avremmo fatto.
Nella Fondazione Cariri c?è turbolenza. Non si tratta di grandi questioni, né del varo di obiettivi a medio e lungo termine che potrebbero procurare benefici all?Istituto di credito e ai tanti reatini che ne sono affezionati clienti. Il motivo è elementare: si tratta dello scontro sui compensi relativi ai gettoni di presenza. Eppure, nel consiglio della Fondazione – presieduto da Edoardo Antonicoli – siedono illustri personaggi ed imprenditori reatini.
L?Istat ancora una volta ci boccia in fatto di cultura. l? Assessore Gianfranco Formichetti si arrabbia e, probabilmente citando cifre e numeri, ha ragione. Si dice che le statistiche siano vecchie: ogni anno è così. Il presidente dell?Istat si chiama – per chi non lo sapesse – Alberto Zuliani: se le statistiche sono vecchie perché non scrivere una lettera di protesta all?Istat? Serve anche a questo l?Istat.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox