10 Ottobre 2019

Rienzi “È un servizio pubblico il Comune deve intervenire”

«È un problema che va avanti da anni, ma che negli ultimi tempi è una emergenza. Una vergogna per una capitale». L’ inefficienza dei taxi alla più grande stazione italiana è ormai per il Codacons una battaglia giornaliera. Lo spiega Carlo Rienzi, presidente dell’ associazione che tutela i diritti dei consumatori: «L’ emergenza si acuisce nei giorni feriali quando i turisti sono comunque tantissimi, ma i taxi in giro per le strade si riducono. Così il sabato ma soprattutto la domenica le file a Termini diventano lunghissime». Da cosa dipende? «Da un lato le licenze sono poche, il Comune dovrebbe darne di più, ma ogni volta si scontra con la serrata dei tassisti. Dall’ altro la profittabilità della corsa da Termini che per molti conducenti non è conveniente. Poi, le regole restrittive su auto blu e Uber». Cosa avete fatto per denunciare questa situazione? «Oltre agli esposti in procura, abbiamo segnalato il problema alle cooperative dei taxi che lo conoscono benissimo, ma non abbiamo ricevuto risposta e poi abbiamo comunicato l’ emergenza al Comune». Il Campidoglio ha responsabilità ? «Assolutamente sì. Quello dei taxi è un servizio pubblico gestito proprio dal Comune di Roma. Tutte le nostre denunce in procura sono state anche inviate alla sindaca e all’ assessore ma non abbiamo mai ricevuto risposte». – d.a. f Il problema va avanti da anni ma adesso è una emergenza Per la capitale una vergogna g.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox