30 Agosto 1999

“RIENTRO AL TABACCO SULLE AUTOSTRADE”

    DENUNCIATA LA SOCIETA’ AUTOSTRADE PER PUBBLICITA’ ALLE SIGARETTE E ATTENTATO ALLA SICUREZZA DEI TRASPORTI CENTINAIA DI FUMATORI CHE AVEVANO SMESSO DI FUMARE ISTIGATI A RIPRENDERE IL VIZIO MORTALE

    Anziché ricordare agli automobilisti che il fumo fa male, nuoce gravemente alla salute (come è obbligatoriamente scritto sui pacchetti di sigarette) e che durante la guida fumare può essere anche pericolosissimo per chi guida (a causa dello stordimento e distrazione che il fumo provoca nell’abitacolo), la società autostrade ha disseminato i caselli autostradali con un cartello in cui istiga, con la scusa della maggiore sicurezza … a GODERSI UNA BELLA SIGARETTA? fermandosi per fumarla.
    In tal modo ? hanno protestato a decine al CODACONS? chi aveva faticosamente smesso di fumare viene ripreso dal desiderio (non bisogna dimenticare che la nicotina crea dipendenza!), e che non ci pensava proprio aumenta il consumo di tabacco e di rischio per la propria salute.
    “In pratica- ha commentato il portavoce del Codacons avv. Carlo Rienzi- non solo si configura il fumo come un GODIMENTO laddove è un vizio che produce più morti degli incidenti stradali, ma si istiga l’automobilista a coltivare una dipendenza e a intasare le aree di emergenza per ?fumare!”
    Un comportamento assurdo che è stato denunciato alla Guardia di Finanza per pubblicità del tabacco vietata e all’autorità per la pubblicità pericolosa.
    Come mai ? ci si chiede al Codacons ? la società autostrade non ha avviato una campagna per la sicurezza ricordando agli automobilisti che è pericolosissimo usare il cellulare durante la guida? Forse il cellulare è diventato un business troppo grande?
    I pericoli della guida vanno indicati con chiarezza tutti, ma non istigando a mettere a rischio la propria salute con il veleno del tabacco.

      Aree Tematiche:
    • FUMO
    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox