17 Agosto 2020

Rientri senza tamponi, Codacons denuncia Regione Lombardia

 

Milano, 17 ago. (askanews) – Il Codacons ha annunciato che presenterà “un esposto in Procura contro l’ Asl (Ats ndr) di Milano e la Regione Lombardia” per il mancato tracciamento di persone con sintomi di Covid al rientro da vacanze all’ estero. Scrive in una nota il Codacons: “Francesco, questo il nome del ragazzo, era partito il 6 agosto per la Grecia per una vacanza con altri amici, ed al rientro il 13 agosto su suolo italiano ha iniziato a manifestare i sintomi del Coronavirus (stanchezza, febbre, perdita dell’ appetito). Alcuni amici si sono sottoposti al tampone risultando positivi per il Covid-19”. “Scoperto l’ accaduto – prosegue la nota – il ragazzo ha prontamente contattato l’ ASL al fine di denunciare la situazione ma per tutta risposta gli è stato detto che avrebbe dovuto aspettare per il tampone, perché a Ferragosto nessuno li fa. Non solo; per l’ ASL in ogni caso il tampone deve essere richiesto dal medico di base (in ferie anch’ esso) e Francesco sarebbe quindi libero di circolare sul territorio regionale e nazionale, senza alcuna preclusione”. “La situazione dimostra la negligenza e inefficienza della nostra Regione nel combattere il Covid-19. – afferma il Presidente dell’ Associazione, Marco Donzelli – se questo è il modo con cui viene trattata una pandemia che ha causato in Italia 35.396 decessi fino ad oggi, non possiamo stupirci se la situazione è tanto grave. Denunceremo la Regione Lombardia e l’ ASL per questa vicenda, ma non basta. Serve che le istituzioni capiscano la gravità della situazione e operino subito per tracciare i contagiati, isolare i positivi e impedire la diffusione del contagio, altrimenti sarà tutto inutile”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox