29 Maggio 2008

Ridotto del 70% il tasso di mortalità sulla rete autostradale italiana

“Abbiamo ridotto del 70% il tasso di mortalità sulla nostra rete raggiungendo e superando con due anni di anticipo l`obiettivo posto dall`Unione Europea. La riduzione del 70% della mortalità dal 1999 ad oggi è un risultato conseguito con continui interventi migliorativi dell`infrastruttura e con iniziative volte a modificare il comportamento e a responsabilizzare il conducente“. E` quanto affermato da Giovanni Castellucci, amministratore delegato di Autostrade per l`Italia, nel corso di un confronto sui temi sicurezza e qualità del servizio autostradale, promosso dalla Società e moderato da Mauro Tedeschini (Direttore di Quattroruote), a cui hanno partecipato Mauro Coletta (Direttore dell`Ispettorato di Vigilanza per le Concessioni Autostradali – ANAS), Antonio Giannella (Direttore del Servizio Polizia Stradale), Carlo Rienzi (Presidente Codacons, in rappresentanza della Consulta per la Sicurezza e Qualità del Servizio Autostradale), Marco Ponti (Ordinario di Economia dei Trasporti, Politecnico di Milano), con la partecipazione di Gioele Dix. La centralità del tema della sicurezza per gli automobilisti emerge dalla ricerca che Autostrade per l`Italia commissiona annualmente ad una società esterna specializzata in indagini di mercato, volta a misurare l`importanza attribuita dai clienti agli indicatori chiave del servizio autostradale. Tre sono i fattori che i viaggiatori considerano i più importanti: la sicurezza (per il 37%), la fluidità del traffico (per il 22%), le informazioni sulla viabilità (per il 17%). Alta velocità e distrazione sono causa del 60% degli incidenti mortali. Uno degli strumenti più incisivi con cui Autostrade è riuscita a ridurre di oltre il 50% gli incidenti mortali, è il Tutor. Attualmente è in funzione su 1300 km, e nel corso dell`anno verrà progressivamente esteso su altre tratte. Altro fattore indicato dalla ricerca riguarda la fluidità del traffico (Total Delay). I risultati raggiunti sono significativi. “Nel 2008 – ha sottolineato Castellucci – i viaggiatori risparmieranno sulla nostra rete 2 milioni di ore di tempo perso e oltre mille ore di coda in stazione. Regaliamo agli automobilisti preziosi minuti di vita quotidiana”. Per raggiungere questo obiettivo, Autostrade per l`Italia ha investito e investirà 18 miliardi di euro per ampliare e potenziare oltre 880 km di rete, realizzando altri 25 svincoli che garantiranno un sempre più capillare accesso alla rete. I risultati raggiunti da Autostrade per l`Italia vengono messi in evidenza anche se analizzati su scala europea. Nel corso della Tavola Rotonda è stato proiettato un filmato nel quale vengono messi a confronto tratti iniziali e terminali delle due autostrade (100 km) che per anno di costruzione e funzione si assomigliano di più: l`A1 (Milano – Napoli) e l`Autoroute du Soleil, A6 (Parigi – Lione) e A7(Lione –Marsiglia). Solo per citare alcuni dei dati più rilevanti, sul tratto italiano l`asfalto drenante copre oltre l`80%, mentre in Francia è quasi assente; le barriere di sicurezza, sia per estensione che per capacità di assorbimento sono superiori a quelle francesi; i pannelli a messaggio variabile, fondamentali per una capillare informazione all`utenza, sono posti ogni 11 km mentre in Francia ogni 20. Al miglioramento dei livelli di sicurezza e fluidità del traffico contribuisce in maniera rilevante la qualità dell`informazione. Sulla rete gestita da Autostrade per l`Italia sono presenti oltre 1000 pannelli a messaggio variabile, 2200 telecamere fisse e 18 mobili, 550 sensori meteo e rilevatori di ghiaccio, 540 sensori di traffico, notiziari radio e televisivi, Isoradio, il Call Center, Televideo, Infomoving, Internet, sms e informazioni personalizzate sul navigatore satellitare, danno l`idea del forte impegno della Società e di come il viaggiatore non sia mai solo in autostrada. Personale su strada e infrastrutture tecnologiche consentono di gestire annualmente 180.000 eventi (il 40% in più rispetto al 2003) con informazioni puntuali, la cui qualità è più che raddoppiata in un anno e garantiscono al viaggiatore sicurezza e assistenza continua.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox