14 Luglio 2021

RIDER AGGREDITO A CAGLIARI, DENUNCIATI DUE GIOVANI. CODACONS: ORA LA PROCURA DEVE APRIRE INDAGINE PENALE

     

    DEPOSITATO ESPOSTO DELL’ASSOCIAZIONE PER VIOLENZA PRIVATA E PERCOSSE

    Ora la Procura della Repubblica di Cagliari, se saranno accertati i fatti come emersi nei video pubblicati su web e social, dovrà aprire una inchiesta penale e procedere nei confronti degli aggressori per i reati di percosse e violenza privata. Lo afferma il Codacons, in merito al caso del rider aggredito a Cagliari la notte del 7 luglio da parte di alcuni giovani individuati dalla Squadra mobile di Cagliari.
    Proprio l’associazione dei consumatori venerdì scorso ha depositato un formale esposto in Procura, chiedendo di procedere penalmente nei confronti dei soggetti responsabili dell’aggressione non appena identificati dalle forze dell’ordine.
    Si legge nell’esposto inviato dal Codacons alla magistratura locale:
    “La scrivente Associazione non può non rilevare e segnalare alle competenti Autorità la gravità dei fatti accaduti a Cagliari in relazione alle violazioni in materia di ordine pubblico e di mancata osservanza delle distanze di sicurezza per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus, nondimeno i gravi e intollerabili episodi di aggressione e violenza che sarebbero avvenuti in un luogo pubblico nei confronti del rider impegnato nella propria attività lavorativa.
    Alla luce di quanto sin qui esposto, il Codacons, ritiene imprescindibile un intervento delle Autorità in indirizzo ed in particolare che l’Ill.ma Procura adita voglia accertare la veridicità dei fatti accaduti nella Città di Cagliari e, in caso positivo, di procedere con l’identificazione degli autori dell’assalto al rider durante la notte dei festeggiamenti dopo Italia-Spagna. Contestualmente all’accertamento delle eventuali violazioni penali che la S.V. Ill.ma dovesse ravvisare si chiede alla Questura di Cagliari di valutare, all’esito degli accertamenti svolti, l’eventuale applicazione delle sanzioni amministrative previste per violazione dei divieti normativamente stabiliti in materia di diffusione e contagio da Covid-19”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox