11 Dicembre 2006

Ricoverata in ospedale, ha riportato ferite su tutto il corpo

Padova: la vittima, 25 anni, stava pattinando lungo l`argine di un canale. Salvata da un passante
Ricoverata in ospedale, ha riportato ferite su tutto il corpo. Giovedì aggredita anche un`altra donna

PADOVA Sarà dimessa nei prossimi giorni Angela Mion, 25 anni, di Lozzo Atestino (sui Colli Euganei, in provincia di Padova), che si trova ricoverata all`ospedale di Este per le ferite provocate da due cani rottweiler (una razza particolarmente adatta alla difesa e alla guardia) che sabato l`hanno azzannata. Alla giovane, che è stata morsa in più parti del corpo, sono stati applicati cento punti di sutura. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri di Abano terme, Angela stava correndo con i pattini lungo l`argine di un canale, il Bisatto, quando si è imbattuta nei due cani, fuggiti da una villa della zona. La giovane ? laureata in Giurisprudenza, praticante in un noto studio legale di Este ? ha tentato di fuggire, urlando, ma i due rottweiler l`hanno inseguita e le sono balzati addosso, azzannandola. Fortunatamente Angela ha avuto la prontezza di riflessi di gettarsi faccia a terra, offrendo ai due molossi solo la schiena, la nuca e le braccia: diversamente i cani avrebbero potuto azzannarla al collo e al volto, con conseguenze inimmaginabili. Solo l`intervento di un passante, Genesio Sinigaglia, che ha fatto da scudo alla ragazza riuscendo a tenere a distanza gli animali – mentre altre persone impaurite sono rimaste a guardare – ha evitato che accadesse il peggio. Anche il soccorritore è stato azzannato dai cani. “La paura è stata tanta – ha dichiarato Sinigaglia, che è un conoscente della vittima – Sono uscito dalla macchina e ho cercato di avvicinarmi alla ragazza, sembrava quasi che quelle due bestie cercassero di mangiarla. Una cosa pazzesca! Quando sono riuscito ad avvicinarmi mi sono saltati addosso“. La ferocia dei cani s`è fermata solo con l`arrivo dei proprietari, che sono riusciti a calmarli, e che hanno poi fatto sapere che intendono far abbattere i due animali. I due rottweiler sono stati affidati in custodia al servizio veterinario dell`Usl 17 di Este e portati al canile. Del fatto è stata informata l`autorità giudiziaria. E ieri, sempre nel Padovano, si è verificato un secondo caso di aggressione da parte di cani. A denunciarlo giovedì scorso è una donna di Legnaro (Padova) che racconta l`accaduto in una lettera inviata ieri ad alcuni quotidiani locali e non ancora pubblicata. La donna sostiene, nella missiva, di essere stata azzannata da un pitbull di proprietà di un vicino di casa. Secondo il suo racconto, sarebbe stata medicata all`ospedale del luogo dove risiede e medicata con cinquanta punti di sutura. I carabinieri di Legnaro hanno trasferito gli atti relativi alla vicenda alla procura di Padova, per i proprietari del cane – se i fatti fossero confermati – potrebbe scattare la denuncia per omessa custodia dell`animale. Anche nel settembre scorso, sempre nel Padovano, si era registrato un altro caso di aggressione da parte di cani. Vittima una bimba di sei anni, di Cittadella, morsa al volto in questo caso dallo stesso cane di casa, Rocco, un rottweiler. La bambina, fortunatamente, se l`è cavata con qualche graffio al viso, vicino a un occhio e alla fronte, e i segni di un morso sul collo. Sempre nello stesso periodo, a Udine, un bambino di tre anni era stato assalito dal cane dello zio. Il piccolo friulano era stato azzannato al collo e alla testa da un rottweiler: solo il coraggioso intervento di un vicino di casa era riuscito a liberarlo dalla morsa del cane. I nuovi episodi riaccendono la miccia della polemica sostenuta da quanti affermano la pericolosità di questi animali per l`uomo, chiedendo interventi di prevenzione più decisi. In effetti, casualità o meno, i rottweiler sembrano guidare la classifica degli incidenti che vedono coinvolti soprattutto i bambini. Il Codacons sottolinea l`urgenza dell`istituzione di un patentino obbligatorio per alcune razze di cani, e della revisione della vecchia ordinanza Sirchia, ora Storace, sull`uso del guinzaglio e della museruola. L`associazione dei consumatori chiede inoltre l`ampliamento delle 17 razze considerate attualmente a rischio aggressività.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox