3 Marzo 2018

Ricorso vinto, da risarcire due docenti precari

La Corte d’ Appello di Caltanissetta ha riconosciuto i diritti di due insegnanti precari rappresentati dall’ associazione dei consumatori, disponendo in loro favore un indennizzo per essere stati costretti a lavorare per anni in condizione di precariato e con continui contratti a termine. «Una importante vittoria del Codacons contro il lavoro precario in Sicilia», si legge in una nota del Codacons. La vicenda nasce quando i due docenti si rivolgono al Codacons aderendo alle azioni collettive avviate dall’ associazione in favore dei precari della scuola, volte ad ottenere il risarcimento dei danni subiti per violazione delle normative comunitarie che vietano il continuo ricorso a contratti a termine e dispongono l’ assunzione a tempo indeterminato dei lavoratori per evitare discriminazioni sul fronte delle retribuzioni e dei diritti maturati. La sezione lavoro della Corte d’ Appello di Caltanissetta ha riconosciuto le ragioni dei due insegnanti, attraverso una sentenza in cui «condanna il Ministero a riconoscere agli appellanti l’ anzianità di servizio maturata ai fini della attribuzione della medesima progressione stipendiale prevista per i dipendenti a tempo indeterminato dei contratti nazionali del lavoro succedutisi nel tempo». «Ora si annunciano centinaia di nuove cause analoghe in tutta Italia, a favore dei docenti precari» – si legge in una nota del Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this