15 Marzo 2007

Ricorso al Tar del Lazio contro gli aumenti delle tasse universitarie



Il Codacons, l` Associazione per la Difesa dei Diritti Civili della Scuola e un comitato di studenti
ricorreranno al Tar del Lazio contro gli aumenti delle tasse universitarie dell`Università Roma Tre. Gli studenti dell`ateneo si sono infatti mobilitati dopo l`arrivo a casa di bollettini con rate da 1.200 euro, in alcuni casi importi doppi o tripli rispetto allo scorso anno. Rincari dovuti al nuovo sistema contributivo dell`Università, che penalizza in particolare gli studenti fuoricorso. Il Codacons e l`Associazione per la Difesa dei Diritti Civili della Scuola ritengono “abnormi“ tali aumenti e hanno deciso di ricorrere al Tar del Lazio – si legge in una nota – “per bloccare i rincari ingiustificati“. Nei prossimi giorni, inoltre, verranno raccolte le firme degli studenti interessati a partecipare all`azione legale. Sul problema dell`aumento delle tasse ieri mattina nella sede del Rettorato di Roma Tre c`è stata una manifestazione organizzata da Azione Universitaria. “Tasse triplicate, scarsa comunicazione, strutture inadeguate ed inefficienti: gli studenti non devono pagare l`incompetenza e il disinteresse dell`Ateneo“, hanno dichiarato i rappresentanti degli studenti Valerio Garipoli e Luca Fagiani, di Azione Universitaria. “Il rettore Fabiani – hanno aggiunto – si deve prendere le proprie responsabilità e fare fronte a questa grave inadempienza: 1.200 euro equivalgono a più di uno stipendio medio di una famiglia italiana e sono di un terzo più alte di uno stipendio di uno studente lavoratore precario, per questo chiediamo la riapertura del termine per la consegna del modello Iseeu, la rateizzazione della seconda rata senza agenti esterni, la riduzione del 30% dell`attuale seconda rata ed il ripristino del vecchio sistema di inquadramento in quattro fasce: non è certo piratando gli studenti che si recuperano i soldi che il Governo Prodi ha tagliato all`università italiana“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this