27 Dicembre 2016

Rettore: domani le candidature Tanti in campo

    Rettore: domani le candidature Tanti in campo
    medicina presenta due candidati: basile e drago ancora da decifrare il rompicapo delle alleanze

    Stringono i tempi per questa insolita campagna elettorale a rettore, dopo la decisione del Cga di dichiarare decaduti tutti gli organi statutari dell’ ateneo, rettore incluso. E se in un primo momento la ricandidatura del rettore uscente Giacomo Pignataro era scontata e annunciata, venerdì scorso, con un colpo di scena, l’ ha ritirata per senso di responsabilità verso l’ istituzione, come ha scritto denunciando l’ intensificarsi, contro la sua candidatura, di una campagna violenta, mai a viso aperto, ma fatta di minacce e dubbi insinuati nei corridoi. Sono state preannunciate – specifica Pigna taro – nuove iniziative giudiziarie, tese a pregiudicare la mia possibilità di candidarmi o, eventualmente eletto, a provare a dichiarare la nullità della mia elezione. Nulla che abbia a che vedere con questioni di merito e di interesse generale dell’ Ateneo. Come dire: mere lotte di potere. In ballo l’ intenzione di chiedere la dichiarazione di illegittimità della candidatura appellandosi allo Statuto che prevede che il rettore sia in carica per sei anni e per un solo mandato. Il rettore Pignataro è già stato eletto una volta, anche se costretto ad abbandonare la carica dopo poco più di tre anni e mezzo. Di qui la “minaccia” di fare valere lo Statuto per farlo fuori e la “scelta” di ritirare la candidatura per non esporre a rischi la probabile elezione e per non gettare ulteriore discredito sull’ ateneo che da anni è territorio di scontri, ricorsi e denunce amministrative e penali. Entro domani alle 14 dovranno essere presentate le candidature. Il prof. Enrico Foti (dipartimento di Ingegneria), che fa riferimento all’ ex rettore Antonino Recca – l’ antagonista ombra di Pignataro- è un candidato della pri ma ora, essendosi espresso in tal senso mesi addietro, quando non era sicuro che anche il rettore dovesse dimettersi. Ieri sera ha formalizzato la propria candidatura anche il prof. Filippo Drago, direttore del dipartimento di Scienze Biomediche, che si riconosce nella politica universitaria di Pignataro. Solo oggi si saprà se hanno fatto altrettanto altri due candidati, entrambi vicini al rettore uscente, e cioè il prof. Giancarlo Magnano San Lio, direttore del dipartimento di Scienze umanistiche, e il prof. Francesco Priolo, presidente della Scuola Superiore. Certa anche la candidatura del prof. Francesco Basile, presidente della Scuola di Medicina. E questo significa che Medicina – facoltà che ha un peso specifico particolare nell’ elezione del rettore – è spaccata o, almeno, non unita. Per avere il quadro delle candidature e delle forze in gioco bisognerà attendere fino a domani, ma già si prefigura di fatto un nuovo scontro tra i sostenitori della politica universitaria di Pignataro e quelli dell’ ex rettore Recca. In un primo momento, quando Pignataro era candidato, voci di corridoio davano per fatto un accordo con Basile per un passaggio di consegne a metà mandato, in caso di riconferma del rettore. Di sicuro c’ è che Pignataro aveva pubblicamente, e per iscritto, annunciato alla comunità accademica che, in caso di elezione, sarebbe rimasto in carica solo fino al completamento dei suoi 6 anni di rettorato complessivi, quindi per circa altri due anni e mezzo. Dinamiche e accordi si definiranno più avanti. Intanto è evidente che le forze in campo intendono misurarsi con più candidati per pesarsi e decidere poi su chi convergere. Sulle elezioni interviene con una lunga nota il Codacons che, a nome dei consumatori (e non si capisce cosa c’ entrino) esprime soddisfazione per la rinuncia di Pignataro, ricordando che il nostro ateneo, nella classifica del Sole 24 Ore è al 56 posto su 61 e al penultimo posto nella classifica del Corriere della Sera per qualità della ricerca – e annuncia che sosterrà il candidato rettore che si impegnerà pubblicamente a discutere e a proporre condivisi interventi attuativi delle direttive programmatiche già in precedenza esposte. R. CR.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox