9 Febbraio 2018

Responsabilità civile Il gruppo Intesa non c’ entra niente

Il gup del tribunale di Vicenza Roberto Venditi, nell’ ambito del processo per il crac della Banca Popolare di Vicenza, ha dichiarato inapplicabile la richiesta di responsabilità civile presentata da alcune parti civili nei confronti di Intesa Sanpaolo. Il gup ha spiegato infatti che «i crediti risarcitori troverebbero titolo in condotte poste in essere prima della cessione dell’ azienda». Non sono chiamate a rispondere civilmente nel processo penale che vede tra gli imputati per ostacolo alla vigilanza, agiotaggio e falso in prospetto anche l’ ex presidente di BpVi Gianni Zonin, nemmeno Banca d’ Italia, Consob e altri soggetti chiamati in causa dalle parti civili. Per il Codacons si tratta di «una decisione incomprensibile che non va nella direzione di tutelare i risparmiatori truffati». L’ associazione sottolinea come si tratti di una scelta «che contraddice nettamente la recente pronuncia del Gup del Tribunale di Roma, che ha accolto la richiesta di valutare la responsabilità civile di Intesa Sanpaolo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox