20 Giugno 2021

REPORT: CODACONS A FAVORE DEL TAR INTERVERRÀ AL CONSIGLIO DI STATO PER DIFENDERE SENTENZA

     

    RAI È MURO DI GOMMA CHE RIFIUTA TRASPARENZA VERSO CITTADINI

    Il Codacons interverrà al Consiglio di Stato in difesa della sentenza del Tar Lazio che ha ordinato alla trasmissione Report di concedere l’accesso agli atti relativi ad una inchiesta del programma.
    La decisione del Tar non mina le basi del giornalismo e riconosce un principio da sempre negato dalla Rai: quello alla trasparenza nei confronti della collettività che la finanzia attraverso il canone – spiega il Codacons – L’azienda da sempre nega di mostrare le carte relative a questioni che interessano in modo diretto gli utenti, dai compensi elargiti a conduttori e artisti fino agli atti sul rispetto del pluralismo da parte dei programmi di informazione, ed in tal senso la sentenza del Tar ribadisce il concetto che la rete, in quanto soggetto pubblico, deve sottostare alle norme in materia di atti amministrativi e non può sottrarsi agli obblighi di legge.
    Oltre 10 richieste di accesso alla RAI nell’interesse dei teleutenti sono state tutte respinte dall’Avvocato Francesco Spadafora dell’Ufficio Affari legali e societari Rai – ricorda l’associazione – e ogni volta il Codacons, per ottenere trasparenza, ha dovuto ricorrere al Tar fino alla famosa sentenza del Cds n. 1453/17 che sanzionò l’assurdo segreto posto dalla rete pubblica, oltre agli interventi della Commissione per l’Accesso. Forse ora la RAI metterà qualcuno più sensibile ai diritti alla trasparenza a decidere le istanze e finalmente darà conto di come spende i soldi pubblici del canone – conclude l’associazione.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox